La libreria di piazza delle Erbe

«Un vero e proprio gioiello, per sentirsi bene e rilassarsi.»
Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei

Appena Nathalie ha messo piede a Uzès, un piccolo borgo turistico nel Sud della Francia, si è subito innamorata del luogo. La vecchia cattedrale, il castello, le piazze inondate di sole e soprattutto la gente, accogliente e ospitale. E quando ha visto il cartello “vendesi” sulla libreria della piazza centrale, non ha resistito e ha deciso di cambiare vita trasferendosi lì. Così, in breve tempo, la sua libreria è diventata un punto di riferimento per gli abitanti, e Nathalie ha assunto il ruolo di confidente, guida e mediatrice per tutti coloro che vanno a trovarla per una chiacchiera o un consiglio. Da Cloé, un’adolescente in conflitto con la madre, a Bastien, che è alla ricerca del padre, passando per Tarik, il soldato rimasto cieco in guerra, e molti altri ancora. Un buon libro è un rimedio per molti mali, e per ciascuno di loro Nathalie conosce il libro giusto...
C’è un libro adatto a ognuno di noi e la libraia di piazza delle Erbe sa qual è
Hanno scritto dei suoi romanzi:

«Raffinato e delizioso come i suoi personaggi. Tutto il libro è una gioiosa citazione letteraria.» 
«Questa storia mi ha toccato nel profondo e mi ha fatto venire voglia di leggere un sacco di libri.»
«Un vero e proprio gioiello, per sentirsi bene e rilassarsi.»
«Ogni capitolo è dedicato a un personaggio diverso ed è una continua, meravigliosa scoperta.»


Eric De Kermel

È giornalista e editore di riviste. Durante la sua giovinezza ha vissuto tra il Marocco e l’America del Sud, per poi rientrare in Francia, dove ha messo radici a Uzès (la stessa cittadina in cui è ambientato il romanzo La libreria di piazza delle Erbe). Ha quattro figli ed è un convinto ambientalista.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo