Il gatto e l'astronauta (I racconti del signor Nessuno Vol. 3)

Miccium è un gatto che parla la lingua degli uomini e va matto per uno show televisivo musicale italiano dell'ultima parte del XX secolo; Jerry è un'astronauta dal passato difficile e tormentato, giunto all'ultimo lancio per aver assorbito troppe radiazioni. Nulla è come sembra, ma tutti fanno il loro dovere: Miccium accompagna l'ultimo respiro di chi non ha nessuno, Jerry non crede più a nulla ma concede una chance anche alle sue allucinazioni....e non è detto che lo siano!

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Claudio Montini

Viaggio nella testa dell'artista: Gli atomi: microromanzi per chi va di fretta

Viaggio nella testa dell'artista: Gli atomi: microromanzi per chi va di fretta di

Si crede che la testa sia la sede della ragione e il cuore quella dell'anima: negli artisti, queste due dimore dello spirito umano sono vasi comunicanti che confondono, spesso e volentieri, i propri ruoli senza un istante di riposo. La musica e le parole sono i ponti che, mettendoli in comunicazione con la realtà, impediscono che vadano in corto circuito interrompendo il bene che gli artisti...

Il bosco e il campanile: Gli atomi: microromanzi per chi va di fretta

Il bosco e il campanile: Gli atomi: microromanzi per chi va di fretta di

Una pianta secolare passa in rassegna tutta la sua esperienza di sentinella a un paese in cui, secondo una leggenda legata la santo patrono, se il cielo minaccia tempesta bisogna suonare le campane della chiesa; ricorda com'era Sairano e la sua gente, si limita a constatare che il progresso, a volte, fa male all'anima mentre accetta la fine del suo servizio presso gli uomini, piantato in terra...

Gli amici del Club della Frasca (I racconti del signor Nessuno Vol. 1)

Gli amici del Club della Frasca (I racconti del signor Nessuno Vol. 1) di

Un seme gettato nella terra dà buoni frutti: il migliore è l'amicizia che è più forte dell'amore e della malattia. E' la storia di un regalo postumo a chi ha dimostrato, involontariamente e disinteressatamente, che sulla terra esistono ancora uomini di buona volontà.