Biografia della politica italiana

Astorre, ritenuto prigioniero, dopo poco tempo fu chiuso in castello
Santo Angiolo a Roma. Storici contemporanei, reputati in pregio di
prudentissimi nello affermare, raccontano come al corpo del giovane
venusto fosse fatta violenza per opera di tale, che, pure adombrando con
parole oscure, danno a divedere fosse colui che ardiva chiamarsi vicario
di Cristo in terra: certo poi è questo altro: un anno dopo la sua
prigionia fu rinvenuto il cadavere di Astorre nel Tevere con la corda di
una balestra stretta al collo, ed appresso di lui due giovani legati
insieme per una mano; uno mostrava avere quindici, l'altro venticinque
anni, che fu detto essere suo fratello bastardo; oltre a questi, altri
corpi, uno dei quali di femmina, ed era di giovane amantissima compagna
così della buona come della rea fortuna di Astorre. Quanto tesoro di
amicizia e di amore spento ad un tratto!

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli