La guerra di Quinton: Commentario di un generale d’oggi alle Massime sulla guerra di uno scienziato dell’Ottocento

Compra su Amazon

La guerra di Quinton: Commentario di un generale d’oggi alle Massime sulla guerra di uno scienziato dell’Ottocento
Autore
Fabio Mini
Editore
Mimesis Edizioni
Pubblicazione
29 agosto 2017
Categorie
Le Massime sulla guerra di René Quinton, eclettico biologo francese di fine Ottocento, vengono riordinate e commentate dal generale Fabio Mini, mentre la figura di Quinton è tracciata nel profilo bio-bibliografico curato da Luca Gallesi. Quinton fu scienziato brillante a cui si deve la formulazione di varie leggi biologiche e dei principi della talassoterapia ancora oggi pienamente validi. Fu ardito pioniere dell’aviazione e precursore del volo a vela. Combattè da prode e fu pluridecorato nella Prima Guerra mondiale. Dalla vita della trincea trasse ispirazione per le sue Massime che furono pubblicate postume ed ebbero un discreto successo in tutta Europa nell’intervallo fra le due guerre, prima di cadere nell’oblio. Fabio Mini è stato alto ufficiale della Nato e Comandante della missione Internazionale in Kosovo. Saggista, analista di strategia e geopolitica, editorialista del “Il Fatto Quotidiano”, collaboratore di “Limes” e “L’Espresso” nonché autore di una decina di libri, Mini scava negli scritti di Quinton alla ricerca degli aspetti ancora attuali del pensiero militare che guidò il sacrificio dei combattenti della Grande guerra. E si confronta con il darwinismo sociale che impregnò quella guerra e che a tratti compare nelle successive. Fino ad oggi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Fabio Mini

Eroi della guerra: Storie di uomini d'arme e di valore (Biblioteca paperbacks)

Eroi della guerra: Storie di uomini d'arme e di valore (Biblioteca paperbacks) di

"Fabio Mini è un rivoluzionario. In nessun paese occidentale esiste un generale che riesce a scrivere di questioni militari in modo così profondo e sorprendente, fondendo la sua esperienza di comandante con una cultura enciclopedica: parte dal punto di vista del soldato e arriva a conclusioni imprevedibili"Gianluca Di Feo, L’EspressoSi pongono al servizio degli altri, della difesa della loro co...