La mia saggezza è disprezzata quanto il caos (Europea)

Macerata, 1941. Il professor Ulrich Østergaard, un fisico danese dal pessimo carattere che lavora per il Regime Fascista, viene accidentalmente aggredito da una ganga di camicie nere durante una visita al suo bordello preferito, e in seguito all'aggressione perde la memoria. Poco tempo dopo scompare nel nulla. Nazzareno Boro, un ispettore della polizia fascista da poco diventato vedovo, viene incaricato di ritrovare Østergaard. Ed è allora che le cose si fanno metafisiche. isbn 9788869410123

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli