Carnivori (eAvatar Vol. 32)

Siamo costretti a nutrirci di ciò che è stato vivo. Che forma avrà il destino quando, tra poco, gli eventi economici e politici faranno deflagrare le necessità sociali e la sensibilità verso la vita, quando il rispetto e il bisogno universale di sopravvivere saranno patrimonio comune?
Che cosa accadrà nel momento in cui ci accorgeremo che il nuovo cibo universale,
quello che non uccide e nutre in modo perfetto, è a un solo passo dall’universalità
superiore della vita?

Franci Conforti tratteggia un mondo futuro, ma prossimo a realizzarsi, dove la paura del diverso e dell’alieno assume nuove implicazioni bioetiche; lo fa con uno stile personalissimo e leggero, semplice ma mai banale, lasciando trasparire sentimenti profondi in attesa che si avveri la trascendenza che sotto la luce del sole tutto trasforma.

L'autrice
Giornalista professionista con una laurea in Scienze biologiche, Franci Conforti si è affacciata da poco nel panorama della scrittura d’immaginazione.
Nel 2016 ha vinto il Premio Odissea con Spettri e altre vittime di mia cugina Matilde (Delos Digital) ed è stata tra i finalisti del Premio Urania con il romanzo Stormachine. Il Premio Kipple è il suo secondo importante premio nel campo del fantastico.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

CarnivoriMangialibri

John Smith non è il nome di un oscuro pioniere dei secoli passati, non è nemmeno un nome da uomo. Alta un metro e ottanta, fisico piuttosto atletico, il capitano John Smith dell’esercito statunitense ha una missione alquanto strana. Prima di finire in una prigione militare, in verità, la donna aveva raggiunto il grado di maggiore oltre alla laurea in esobiologia. Ma il mondo Continua…

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Franci Conforti

Spettri e altre vittime di mia cugina Matilde (Odissea Digital)

Spettri e altre vittime di mia cugina Matilde (Odissea Digital) 1 di Franci Conforti Delos Digital

Fantascienza - romanzo (192 pagine) - Omaggio al fu Buzzati: una storia con scrittori perduti, cani fantasma e altra gente strana. PREMIO ODISSEA 2016 Abitare nella casa che era stata di Dino Buzzati non comportava particolari emozioni: ti ci abitui. Abituarsi alla cugina Matilde, che era venuta a stare con me, portando le sue manie, le sue paure, le sue stranezze, era meno facile. Ma ...