Nati cosi

Il racconto è ambientato a Milano, fra le strade e le case del quartiere ghetto della Barona. I protagonisti sono tre ragazzi tossicodipendenti di origini meridionali: Andrea, Sophia e Jenny che, all’anagrafe, è un ragazzo di nome Giovanni. Andrea e Sophia convivono in una topaia. Lui vive controllando il territorio per conto di un clan della camorra e aspira a diventare un capo. Lei è commessa part-time sottopagata in negozio di abbigliamento del quartiere. Un giorno, la coppia fa conoscenza con Jenny, venuta a vivere in un appartamento confortevole di uno stabile adiacente che si  esibisce come performer in locali notturni impersonando Lady Gaga, sperando di guadagnare quel tanto che basta per cambiare sesso. I rapporti intimi tra Andrea e Sophia sono a senso unico, tra loro vi è una relazione priva di sentimenti, basata sul sesso. La ragazza prova repulsione verso gli uomini per ragioni legate alla sua adolescenza vissuta nel quartiere Sanità di Napoli in una famiglia affiliata alla camorra. I tre personaggi principali non hanno alcun atteggiamento critico verso la società che li circonda. Meglio strafarsi, dicono, piuttosto che cercare di cambiare un mondo che non cambierà mai.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Ayelet Pianaro

La Jihadista

La Jihadista di

Roma, aprile 2015 «Bismilahi, allahu akbar.» Sono le parole del boia incappucciato mentre taglia la gola in diretta a un uomo che indossa indumenti da prete. «È ora di conquistare Roma» gridano i guerrieri del Califfato. Lia Meyer, una romana ventiseienne di origine ebraica, decide di intraprendere un’avventura: intende ad arruolarsi nelle file dell’Isis, per far parte dei muhajirin, gli...