Il tulipano nero

Nell’Olanda seicentesca, la società di Orticoltura di Haarlem ha indetto un concorso e messo in palio centomila fiorini a chi riuscirà a selezionare una nuova varietà di tulipani. Il giovane Cornelius van Bearle investe tempo e capitali per creare il tulipano nero e riuscirà, ma quando tre pregiatissimi bulbi saranno pronti, il vicino invidioso, anch’egli coltivatore di tulipani, lo accuserà di alto tradimento nei confronti dello Statolder, Guglielmo d’Orange. E quando tutto sembra perduto per Cornelius, ecco che la graziosa Rose, figlia del secondino, gli ridarà la speranza di vedere sbocciare il rarissimo fiore.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Alexandre Dumas

Maria Stuarda (La memoria)

Maria Stuarda (La memoria) di

La vita incredibilmente intensa di Maria Stuarda e il fascino enigmatico e controverso della sua personalità in una narrazione vivace, incalzante e piena di colpi di scena.

Murat (La memoria)

Murat (La memoria) di

Per la serie dei 'Delitti celebri' il padre del Conte di Montecristo racconta l'ultima avventura del Re di Napoli, dipingendolo come un inquieto monarca repubblicano, quasi un eroe romantico.

La marchesa di Ganges (La memoria)

La marchesa di Ganges (La memoria) di

Un caso che impressionò il Seicento. La «Bella Provenzale», ammirata da re e regine, assassinata in un teatro di sangue e in un tumulto di eventi, nella cronaca di un giornalista di nera come Dumas.

Il tulipano nero (La memoria)

Il tulipano nero (La memoria) di

Sullo sfondo dell'Olanda repubblicana del secolo d'oro, tra personaggi realmente esistiti e personaggi d'invenzione, Dumas ci regala un romanzo d'avventure tra i più riusciti della sua sterminata produzione.

I Cenci (La memoria)

I Cenci (La memoria) di

Dumas inserì nella raccolta dei Delitti celebri la storia della fanciulla bellissima e patricida immortalata da pittori e che affascinò scrittori numerosi. Beatrice Cenci ordì l'assassinio del padre, che la sottoponeva a violenze e dissolutezze, e fu condannata a morte e giustiziata, mentre la pietà popolare la piangeva. Dumas lo narra con il gusto accentuato per l'orrore, il nero e l'intrico...

I Borgia (La memoria)

I Borgia (La memoria) di

È la storia di un gruppo efferato di potere, i Borgia appunto, sullo sfondo avventuroso, luminoso e ambiguo del Rinascimento italiano, ma scritta in presa diretta, con piglio giornalistico, da un giovane reporter che vuol far colpo col sensazionale, e attento alle tinte forti della cronaca nera.