Cinema la prima volta. Conversazioni sull'arte e la vita: 1

Cineasta e cinéphile, Bernardo Bertolucci racconta se stesso e il suo cinema, dall'opera prima "La commare secca" del 1963 al più recente Io e te del 2013. Nato da anni di ricerche negli archivi delle biblioteche di cinema e spettacolo, il volume raccoglie una selezione di interviste e conversazioni pubblicate dagli esordi a oggi su riviste di cinema e spettacolo e quotidiani nazionali e internazionali, che sono spesso condotte da altri registi (tra cui Clare Peploe, Andy Warhol, Anne Wiazemsky, Robert Aldrich e James Franco) o scrittori e drammaturghi (Dacia Maraini, John Guare) e sempre accomunate da una fedeltà al presente e a quelle che egli stesso definisce «le intermittenze del cuore». Nelle parole delle interviste che hanno seguito ogni film (o a volte condotte proprio sui set dei film) si ritrova così quel giusto equilibrio tra etica ed estetica che appartiene alla sua opera, realizzata senza compromessi e con coerenza, e sempre con la consapevolezza che «la cosa più importante è rimanere fedeli a se stessi».

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Cinema la prima voltaMangialibri

Tiziana Lo Porto cura l’edizione nonché la postfazione (e chiude il volume con un sentito ringraziamento in primo luogo al protagonista del libro), di un’antologia di interviste e colloqui, brillanti, divertenti, interessanti, seri ma non seriosi, editi su quotidiani e riviste specializzate, reperiti dopo una lunga ricerca d’archivio, divisi per decenni e introdotti da una sorta di prologo sull’infanzia di Leonida Leoncini, che riguardano tutta la storia di Bernardo Bertolucci. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.