L'immagine politica: Forme del contropotere tra cinema, video e fotografia nell'Italia degli anni Settanta

Il libro propone una riflessione sulle articolazioni assunte dall’immagine, in quanto strumento e terreno di lotta politica, nel periodo delle grandi mobilitazioni sociali compreso tra la fine degli anni Sessanta e le ultime fasi del decennio successivo, con particolare riguardo per il ’77. Calandosi all’interno di tale contesto storico, l’indagine approfondisce la processualità e le possibili maniere d’essere dell’immagine politica in quanto modo d’espressione di un’istanza di “contropotere”, prendendo come riferimento case studies tratti dal cinema, dal video e dalla fotografi a (campi di ricerca al centro, ognuno, di uno specifico capitolo). Da questi orizzonti distinti ma non distanti emergono, in una continua dialettica tra immagini politiche e politica delle immagini, frammenti iconici e schegge audiovisive ora capaci di imporsi, nel bene e nel male, nel cosiddetto “immaginario collettivo”, diventando veri e propri simboli di quegli anni, ora in grado di veicolare, in maniera più indiretta ma non per questo meno efficace, un’autentica carica eversiva situata sul terreno dei linguaggi e delle estetiche prima ancora che su quello dei contenuti.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Christian Uva

Il sistema Pixar (Universale paperbacks Il Mulino)

Il sistema Pixar (Universale paperbacks Il Mulino) di

Nata da una costola della Lucasfilm di George Lucas,acquisita da Steve Jobs nel 1986 e divenuta nel 2006 diproprietà della Walt Disney, la Pixar rappresenta un grandeesempio di industria creativa capace di imporre a livelloglobale un marchio di qualità che è cifra di una precisavisione del mondo, oltre che di un solido e corposoimmaginario insieme infantile e adulto. Film come ToyStory, Alla ri...