Ho scordato di dimenticarti - #6 Vertigine Series


Quattrocentosettantasette giorni prima, Trevor è salito sul primo aereo per l'America.
Quattrocentosettantasette giorni dopo, lontano da Barcellona e dal suo tormentato passato, Bia si lascia scivolare dalle mani la tazza di tè caldo e viene baciata dal ragazzo che, diventato uomo, è tornato per riprendersela.
Bia ha solo pochi ricordi di Trevor: il tradimento con Agnes. L'arroganza dei suoi occhi di ghiaccio. Il suo non volerla; il suo allontanarla. 
L'amore di lei, che non sembra essere mai bastato per conquistare quel cuore di pietra, freddo come l'inverno.
Ma ora, sembra tutto diverso: ora è Trevor ad aver bisogno di lei. Ora è lui a passare le sue notti abbracciato a un cuscino, desiderando solo di riaverla. Adesso è lui a essersi innamorato, sul serio, della ragazzina dai lunghi capelli rosso fuoco che chiama Streghetta.
Tutto si era fermato in quella piscina, con il corpo inerme e ferito di lei, l'anima in pezzi di lui e due cuori spediti all'Inferno.
Sembrava... 
Ora però Trevor ha quattrocentosettantasette giorni da recuperare e uno solo da cui ripartire per riuscire a far innamorare di nuovo Bia, a ricordarle chi erano. A dimostrarle che un diamante grezzo e incolore, non sarà mai all'altezza di un rubino rosso, al suo dito.

«Giorno uno: ritrovarti. Giorno due: baciarti».
"Questa non è una storia d'amore. Questa è una storia sull'amore". - Original Sin

Si conclude il lungo viaggio di Elisa Gentile e della sua Vertigine Series. Trevor e Bia troveranno il loro gran finale, qui. E le luci si spegneranno su uno dei successi editoriali dell'anno che ha decretato il successo di una delle autrici più discusse e amate degli ultimi tempi.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Elisa Gentile

Mi travolgi e mi Sconvolgi - #5 Vertigine Series

Mi travolgi e mi Sconvolgi - #5 Vertigine Series di

Eva e Angel potrebbero essere la stessa persona, se Eva decidesse di lasciarsi andare, finalmente, e scappare da quella campana di vetro che l'ha tenuta prigioniera per anni. Prigioniera del lusso. Prigioniera di un padre con un cognome importante. Prigioniera di un'etichetta che non vorrebbe mai avere. È quando Alan entra nel proprio camerino, sorprendendola mentre si spoglia, che scopre come...