LO STRANO INVERNO DEL BRIGADIERE (La buona vita montanina Vol. 15)

Giunto al quindicesimo libro dell’avventurosa saga della Vallarsa, Mario Martinelli ci trasporta in una candida Obra, immobilizzata sotto il peso di una spessa e cotonosa coltre di neve, che intralcia gambe e pensieri a uomini e bestie. Sotto un cielo grigio traboccante di fiocchi, il brigadiere Cecchetto e il suo appuntato Masetti cercano invano di farsi una ragione di quella natura sovrabbondante e selvaggia, che non vuol proprio smetterla di ammassar metri di materia bianca sui tetti e sulle strade. E mentre cercano di sciogliere l’intricato caso che coinvolge Alfonso e la sua giovane e avvenente nipote Elsa, si trovano pian piano a sprofondare in un viluppo di indizi strani e contraddittori, che li rimandano a ipotesi sconcertanti che mai avrebbero pensato di prendere in considerazione.

Libro giallo venato di conturbanti sfumature gotiche, “Lo strano inverno del brigadiere” coinvolge il lettore in una trama inaspettata, che rimanda a leggende che si perdono nella notte dei tempi…

“...Il brigadiere si sgranchì le gambe e si avvicinò alla finestra: fuori era tutto un buio impenetrabile. Si sentiva il vento che strigliava la montagna e il paese, e con l’immaginazione si vedevano gli alberi piegarsi e poi subito rialzarsi, e via di nuovo in una infinita danza degli inchini. Chissà dove sono i lupi in questo momento, pensò il brigadiere. E per un istante s’immaginò di andare a caccia di quelle belve; ho l’occhio ancora buono, si disse, e forse farei una bella figura a rientrare in paese con una tale preda. Peccato solo che in questa valle, di lupi non se ne avvistassero più. Si doveva risalire all’altro secolo, stando a quanto dicevano gli anziani: allora c’erano più bestie che uomini. I boschi, oltre che di lupi, rigurgitavano di volpi, linci, orsi, gatti selvatici, ed era presente anche qualche strano essere, né uomo né animale, appartenente alla mitologia alpina...”

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Mario Martinelli

I monti vicini (La buona vita montanina Vol. 7)

I monti vicini (La buona vita montanina Vol. 7) di

Settima opera di Mario Martinelli, "I monti vicini" narra la storia di un soldato che rientra al proprio paese per una breve licenza, dopo essere stato ferito sui campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale. Libro intenso, profondo e tormentato, caratterizzato da una notevole capacità di immedesimazione nel personaggio, accentuata dall'uso dell'io narrante in prima persona, questo romanzo ci...

Fuori dal Kerle (La buona vita montanina Vol. 13)

Fuori dal Kerle (La buona vita montanina Vol. 13) di

Sono i giorni dopo l'8 settembre 1943 a far da sfondo alla vicenda dell'ultimo appassionante romanzo di Mario Martinelli. Quattro giovani alpini, Antonio, Marco, Luigi e Vittorio, trovano rifugio alle caotiche giornate post proclama Badoglio fra le guglie inaccessibili di un gelido Kerle invernale. Ma sarà la Storia vorticosa di quei giorni convulsi a stanarli dal loro candido nascondiglio, cos...

LE FASCINE AL COPERTO (La buona vita montanina Vol. 10)

LE FASCINE AL COPERTO (La buona vita montanina Vol. 10) di

Questo racconto lungo di Martinelli, di incantevole ambientazione natalizia, nasconde sotto un’apparenza semplice, fatta delle buone cose quotidiane, il caldo e l’affetto della casa famigliare, il crepitio della legna nella stufa, il cadere della neve abbondante fuori dalla finestra, un sorprendente enigma da svelare. Ci troviamo catapultati con Dolfo, il riflessivo e quieto protagonista del li...

PUNTO DI SVOLTA: WENDEPUNKT (La buona vita montanina Vol. 12)

PUNTO DI SVOLTA: WENDEPUNKT (La buona vita montanina Vol. 12) di

Ambientato in una rigogliosa Vallarsa primaverile, adagiata quietamente nel lontano 1936, il dodicesimo libro di Mario Martinelli ci narra, attraverso gli occhi insieme lievi e profondi del protagonista Giovannino, reduce dalla tempesta d’acciaio della Grande Guerra, di un inatteso quanto gioioso ritorno a casa. Dopo averci condotti con voluttuosa lentezza per i sentieri odorosi di erba appena ...

IL CAMMINATORE (La buona vita montanina Vol. 16)

IL CAMMINATORE (La buona vita montanina Vol. 16) di

Libro inusuale nella produzione del popolare scrittore trentino, costruito su un sapiente gioco di rimandi tra una Innsbruck di fine Ottocento e i versanti e le dorsali della lunga ininterrotta catena alpina che collega il Tirolo alla Vallarsa, “Il camminatore” è la saga di un uomo che parte dal proprio piccolo paese natale, sperduto fra le verdi rotondità delle colline della Croazia, per andar...