Le parole sognate dai pesci

La vita di un paese sulle rive di un lago, raccontata attraverso le storie dei suoi abitanti e le loro improbabili avventure che si trasformano in epopee intorno al tavolo dell'unico bar, tra sigarette e ricordi, parole e liquori, fantasmi e visioni di terre promesse. C'è chi ha cercato fortuna in America, chi ha combattuto guerre nascosto in una cantina, chi si è improvvisato rapinatore guardando una pistola "made in China", chi è finito in manicomio circondato da angeli coi camici bianchi, chi ha aspettato inutilmente l'arrivo di un meccanico che gli riparasse gli ingranaggi di un sogno inceppato... Davide Van de Sfroos è in realtà Davide Bernasconi, nato a Monza nel 1965.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Le parole sognate dai pesci | Davide Van De SfroosRecensioniLibri.org

Le parole sognate dai pesci ha tanti strati, come un cipolla: non lo si capisce in profondità dopo una sola lettura. Va gustato, assaporato lentamente: ogni frase racchiude significati e fa fermare a pensare; gli occhi fissano un punto imprecisato oltre il libro, e la mente vaga, si aggrappa alle immagini, dilata le parole, assembla versi, percorre collegamenti. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.