Gatti molto speciali

Noi uomini osserviamo i gatti, ma anche i gatti ci studiano. In quegli occhi in apparenza indecifrabili si specchia il loro, e il nostro, mondo.
Lo sa bene Doris Lessing, che con i gatti ha sempre convissuto, fin dal primo, raccolto per strada a Teheran quando aveva tre anni. Poi da bambina, in Sudafrica, e a Londra, da adulta.
Alcuni aggressivi, altri più sornioni, tutti in cerca di attenzione, questi animali enigmatici ed eleganti si trasformano in creature straordinarie sotto lo sguardo attento del premio Nobel per la letteratura, che ne descrive carattere, temperamento e gusti con la lucidità con cui nei suoi libri analizza se stessa e la società umana.
Il risultato sono alcune delle pagine più intime e intense di Doris Lessing, che, nel raccontare i gatti speciali della sua vita, porta con sé il lettore in un affascinante viaggio attraverso gli anni e i continenti, fino a svelargli l’autentico, misterioso e seducente linguaggio dei gatti.
Un omaggio illustre al mondo felino, un’autentica delizia letteraria, arricchita dalle illustrazioni moderne e sensuali di Joana Santamans.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Doris Lessing

Un matrimonio per bene (Universale economica)

Un matrimonio per bene (Universale economica) di

In una cittadina del Sudafrica - linde case coloniali di stile vittoriano, club, eleganti viali alberati; e intorno la foresta vergine, la campagna assolata - Martha si trova a gestire il proprio matrimonio, avvenuto da pochi giorni. Martha ha lasciato la vita libera della fattoria per vivere l'elettrizzante esperienza della "città", e qui si è sposata, a diciannove anni, senza troppo...

Camminando Nell"Ombra: La Mia Autobiografia: Secondo Volume: 1949-1969: 2 (I narratori)

Camminando Nell"Ombra: La Mia Autobiografia: Secondo Volume: 1949-1969: 2 (I narratori) di

Nel 1949 Doris Lessing, trentenne con due matrimoni alle spalle e la scelta difficile di lasciare il primo marito con due bambini, approda in una Londra grigia, fumosa, devastata dai bombardamenti, povera fino alla miseria. Dalla calda Rhodesia del Sud, dove un provvedimento governativo di cui lei è all'oscuro la qualifica come indesiderabile per le sue attività "sovversive", porta con sé il...

Il sogno più dolce

Il sogno più dolce di

Sono gli anni sessanta e la famiglia Lennox sembra non volersi o non potersi risparmiare nessuna contraddizione. I giovani, che rompono i tradizionali vincoli e chiedono libertà, vengono considerati dalle generazioni più vecchie come persone seriamente danneggiate. E Julia, la matriarca del clan, ne conosce anche il motivo: "Non è possibile passare attraverso due orribili guerre e poi dire: 'È...

La brava terrorista (Universale economica)

La brava terrorista (Universale economica) di

Perchè una donna come Alice Mellings diventa terrorista? Un romanzo coraggioso e di grande impatto in cui Doris Lessing dispiega le sue straordinarie doti di narratrice per addentrarsi con umanità e intelligenza in una materia delicata e ancora bruciante. Doris Lessing, una delle figure più anomale della letteratura inglese in questo secolo, è nata nel 1919 a Kermanshah in Iran. Fino all'età di...

Il quadro

Il quadro di

Si può affermare con una certa sicurezza che la famiglia diretta in Sudafrica, o di qualsiasi altro paese, ha in mente l’immagine di una bella casa, di un appartamento, magari con un pezzetto di giardino. Sembra che coloni e avventurieri salpassero alla volta di una nuova vita. Oggi tutto quello che vogliono è un tetto sopra la testa. E Marina Giles non fa eccezione: ha una precisa idea di casa...

Persone civili

Persone civili di

Gli inglesi si sa sono prima di ogni altra cosa persone estremamente civili. Jody invece è esuberante, senza freni e detesta ogni eccesso di cortesia. Per questo forse non si fa problemi a telefonare a Sebastian nonostante non si siano mai incontrati. Entrambi sono impegnati con le due metà di una coppia divorziata, Henry e Angela: perché dunque non incontrarsi e confrontare le esperienze?...