Le canaglie del Venerabile: Un thriller nella Treviso fascista

Fine agosto 1938. Con una cerimonia solenne la cittadinanza trevigiana riceve la notizia del viaggio di Mussolini nelle Tre Venezie, che prevede una tappa nella terra del Piave. Ma a funestare l’evento si verifica la scomparsa della figlia di una delle famiglie più in vista della città. Rapimento? Allontanamento volontario? Tragica fatalità? A indagare sul caso, che richiede una rapida soluzione, viene inviato da Roma un ufficiale dei carabinieri, il capitano Sarelli, uomo dotato di “straordinarie capacità investigative e un’estrema riservatezza”, eppure protagonista di comportamenti ambigui. Lungo l’impervio cammino legato all’indagine, una scia di morti sospette rende sempre più oscura e confusa la vicenda, allargando a macchia d’olio la rete di personaggi coinvolti e i loro ruoli all’interno del mosaico investigativo. Un’intricata matassa che vede implicati, fra gli altri, uomini della Milizia, agenti antifascisti e fiduciari doppiogiochisti della polizia segreta. Un thriller ambientato in una Treviso tiepidamente fascista, che tiene col fiato sospeso e sorprende con ripetuti colpi di scena.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Gianluca Ascione

Rapsodia in rosso: Delitti nella Marca Trevigiana

Rapsodia in rosso: Delitti nella Marca Trevigiana di

Estate 2015. Anche la città di Treviso sprofonda nella canicola più torrida degli ultimi centocinquant’anni.Lungo il margine di un piccolo fiume, situato nella vicina periferia del centro storico, viene rinvenuto il cadavere di una prostituta. Sembra la solita vittima predestinata di un regolamento di conti, invece si rivela il primo di una serie di delitti apparentemente privi di un movente co...

Polvere & Ombra

Polvere & Ombra di

Ammanettato al proprio letto, travestito da donna e con un foulard stretto intorno al collo.Cosi? viene rinvenuto, dalla sua vicina di pianerottolo, il corpo senza vita di uno stimato professore universitario che vive nei pressi delle antiche mura che circondano il centro storico di Treviso. Unico testimone, un pappagallo dalle piume coloratissime e il becco indisponente. A indagare sul caso l'...

Fatti uccidere: Quando la vendetta nutre la follia

Fatti uccidere: Quando la vendetta nutre la follia di

In un campo abbandonato dell'immediata periferia di Treviso, viene rinvenuto il cadavere di una donna chiuso all’interno di una valigia. Il corpo è completamente nudo e gli unici elementi verificabili sono una estrema magrezza, i tratti somatici orientali e un tatuaggio con la figura di una balena. La stessa effigie tatuata sul corpo di Angelica, adolescente psicologicamente vulnerabile, che ce...