Invecta et illata: (ciò che si porta dentro) (Ab antiquo Vol. 2)

Compra su Amazon

Invecta et illata: (ciò che si porta dentro) (Ab antiquo Vol. 2)
Autore
Cidone .
Editore
Cidone
Pubblicazione
5 novembre 2017
Categorie
237 d.C.
Principato dell'imperatore Massimino il Trace.
L'esistenza di Marcus è stata completamente stravolta dalla vittoria del nuovo imperatore
Massimino e la sua vecchia vita come pretoriano si è del tutto disgregata. Per questo
è stato declassato a soldato semplice e mandato al confino sul limes renano, nella gelida
Mogontiacum.
Durante una nebbiosa notte, un gruppo di barbari attacca il forte e riesce a catturarlo. Da
quel momento il corso dei suoi eventi cambierà totalmente per l'ennesima volta, tanto da
costringerlo a rivolgersi agli dèi per riottenere ciò che ha perso ma, si sa, i numi chiedono
sempre qualcosa in cambio per i loro doni.

“Invecta et illata” è il seguito del racconto “Ab imo pectore”, entrambi facenti parte della trilogia “Ab Antiquo”.

Racconto erotico a tematica M/M.

Per la presenza di scene e testo esplicito, quest'opera è consigliata esclusivamente ad un
pubblico maggiorenne.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Cidone .

Ab imo pectore: (dal profondo del cuore) (Ab antiquo Vol. 1)

Ab imo pectore: (dal profondo del cuore) (Ab antiquo Vol. 1) di

229 d.C.Principato dell'imperatore romano Alessandro Severo.Gli empusa, i vampiri dell'Antica Roma, camminano nell'oscurità delle ombre della città eterna, Roma. Karis, un bevitore di sangue dalle oscure origini, viene attirato dalla visione di un giovane uomo nudo appoggiato sul balcone del palazzo imperiale. Non sa chi lui davvero sia e perché si diletti al chiaro di luna, ma la curiosità è p...