Secondo me: narrativa poetica

Questo è il mio secondo libro. Come il primo, in fondo, parla di me, delle mie idee, introspezioni, osservazioni, fantasie, ricordi e sensazioni scaturenti da una visione contemplativa della realtà e, naturalmente, da una passione per l’arte sublime della poesia.
Il mio primo libro “Balzi d’umore e rifless ‘e ll’anima” scritto nel 2014 ha raccolto poesie scritte di getto in pochi mesi e rappresentanti i miei stati d’animo variabili ed imprevedibili. Questo secondo libro, che come il primo mi racconta. è più meditato e raccoglie, oltre alle poesie pur sempre scritte secondo le stesse modalità, un mio parere lucido ovvero il “secondo me” inerente il contenuto sostanziale o formale delle stesse. Chiaramente questa linea di pensiero lucida e logica, che ha richiesto uno sforzo aggiuntivo, completa il senso della poesia e nel contempo fornisce una chiave di lettura della mia visione ed ispirazione. La poesia scaturisce in ogni caso dall’animo, senza alcuna intenzione né tentazione di snaturarla, ed è scritta col linguaggio originale del pensiero, sempre nella convinzione che solo ciò che è vero può arrivare all’animo di chi legge. Il linguaggio adottato, appunto quello col quale penso e mi esprimo, è costituito da due lingue che a volte uso distintamente ma che il più delle volte mischio tra loro: l’italiano e il napoletano dando origine ad una sorta di nuova modalità espressiva l’italonapoletano. Questo modo di esprimersi, ovvero il dialetto napoletano italianizzato o anche l’italiano dialettizzato è una sorta di neo-volgare parlato senza badarci un pò da tutti nelle mie zone. Non è però usato nella scrittura, anche per tale motivo a fianco delle poesie scritte in tal modo ho inserito una traduzione/parafrasi con l’intento di rendere fruibile a tutti il contenuto. Nel libro vi sono comunque molte poesie scritte in italiano che resta la mia lingua, quella della scrittura corrente nel lavoro, in argomenti scolastici e di studio. Uso altresì la lingua italiana in riferimento a fatti e persone che ritengo non possano essere espressi con forme dialettali. Versi in italiano ma anche in latino risultano presenti nelle poesie in italonapoletano producendo, a mio parere, un effetto di evidenziazione o solennità. La poesia resta per me un mondo meraviglioso, un rifugio della mente, un viaggiare con umiltà coraggiosa, una forma di creatività tipicamente umana capace di elevarsi ad arte e per questo uno spazio senza confini.
Questa è una prefazione dello scrittore, attore, cantante e autore Gianni Mauro del gruppo I Pandemonium, che ha scoperto ed aiutato Rosario Vitolo:
La scrittura in vernacolo è testimonianza e recupero delle proprie radici. Rosario Vitolo è un poeta dialettale, laddove l’utilizzo del dialetto sta a significare l’attaccamento alla propria terra d’origine, il non-rifiuto della propria appartenenza ad una tradizione importante come quella partenopea che è derivazione diretta della straordinaria cultura greca e latina. Le poesie di Rosario Vitolo sono autentiche, istintive, vere, emozionanti, toccano le corde dell’anima, a volte con malinconia, a volte con spirito dissacrante, ma sempre con una veracità che incanta lo spirito di chi le legge od ascolta. È proprio questa schiettezza espressiva, questa spontaneità descrittiva, che fa di questo autore un autentico Poeta Naif.
E la naivetè è una forza di espressività creativa incomparabile, perché è rappresentazione immediata dell’anima. Questa istintività, questa spontaneità ti permettono di trasformare le parole in melodia a volte dolcissima, altre volte struggente, ma sempre con la capacità di essere ponte comunicantt con lo spirito.
Rosario Vitolo con le sue liriche fatte di ricordi vividi, di immagini tenere e delicate, di piccole riflessioni intimistiche, con la sua significativa ed autentica capacità di donare emozioni, è un’ulteriore conferma del fatto che “Non si sceglie di fare Arte, perché è l’Arte che ti sceglie”. E Rosario è di sicuro Un Prescelto!

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli