Simeone II di Bulgaria. Un destino singolare: Autobiografia. Dopo 50 anni di esilio l'unico Re divenuto Primo Ministro

Agosto 1943. L'Europa si sta lacerando. Morto suo padre Boris III in circostanze misteriose, il giovane Simeone, a 6 anni, diventa Re dei Bulgari. Il tragico destino di un paese e di un popolo s'incarnerà in questo Re-bambino in un percorso al di fuori del comune. Dopo che una parte della sua famiglia è fucilata dai comunisti, lui deve partire. Saranno i tempi dell'esilio: nel settembre 1946 il Re lascia Sofia per Istanbul. Poi vengono l'Egitto, Alessandria e le sue meraviglie, la Spagna, infine, dove la famiglia reale bulgara arriva per ricominciare a vivere. Miracolo della Storia, Simeone, che non ha mai perso la speranza, può rientrare nel suo paese 50 anni dopo averlo lasciato. È il ritorno trionfale a Sofia nel maggio 1996, seguito da un impegno politico e dalla vittoria del suo Movimento alle elezioni legislative del 2001. Colpo di scena incredibile: il Re decaduto diventa Primo Ministro! Simeone di Bulgaria – di cui la Regina Elisabetta, Hussein di Giordania, Hassan del Marocco, Franco, lo Shah d'Iran, Juan Carlos e molti altri hanno incrociato il cammino – ha attraversato il secolo e ha fatto la Storia. Le sue memorie, che sono anche quelle dell'Europa e dei suoi tormenti, costituiscono un evento.

Con Sébastien de Courtois, giornalista, scrittore e produttore in France Culture.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo