LENTAMENTE

Il romanzo, ambientato principalmente in un quartiere degradato della “Vecchia Sicilia”, ripercorre le vicende familiari della protagonista che narrando in soggettiva ti accompagna a braccetto nel suo percorso.
Un racconto cruento, surreale, violento, ai confini con la realtà, dove il contatto con quel vissuto non può non squoterti.
Una narrativa efficace e diretta che arriva a segno: un pulp realistico come di chi ha toccato con mano certe aberrazioni e le svela denunciandole al mondo.

Vanessa Morelli, ultima di quattro figli, per uno strano disegno del destino, nasce e vive fino all'adolescenza in una famiglia che, a causa di stretti legami parenterali materni, è legata ad uno dei più grandi Boss della malavita organizzata Siciliana mai esistiti.
La prima sezione del libro, con una descrizione accurata dei luoghi e dei personaggi, cala il lettore in quella realtà.
Una volta entrato in scena, la trama assume toni drammatici a tratti profondamente struggenti. Ma non per tutti il destino è una linea dritta, uguale ed ineluttabile fino alla fine.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli