DEMAGOGIA E POOL DEL POTERE: Lo schiavo re

In copertina "Le catene del potere" di Ruggero Garghentini

Haiti fine XVIII secolo; sullo sfondo di avvenimenti cruenti e sanguinosi che avrebbero cambiato il corso della storia dell'isola, si intreccia una vicenda di amore, di umanità e di speranza.
Henri Christophe, uomo ambizioso e senza scrupoli, usa la sua arte oratoria per accattivarsi il favore degli schiavi e condurli alla liberazione. E' così che, una volta raggiunto il suo obbiettivo, la demagogia di Henri Christophe mostra il suo vero volto e la tanto propagandata democrazia si svuota di ogni contenuto per far posto ad un vero e proprio regime di oppressione che costringe gli abitanti dell'isola a condizioni inumane di vita. Ma la Provvidenza agisce anche là dove tutto sembra finire e grazie alla bontà d'animo di Minao, uno schiavo liberato, e all'amore che sboccia tra lui e Vivien la popolazione stremata ritrova vigore e speranza nel futuro.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli