Sherlock Holmes e lo strano caso del cane che abbaiava troppo (Sherlockiana)

Giallo - racconto lungo (33 pagine) - Una nuova indagine di Sherlock Holmes dove anni addietro il detective fallì...


Primavera del 1903. Il dottor Watson, mentre è a colazione insieme alla moglie, viene raggiunto da un telegramma di Sherlock Holmes, che lo invita ad aggregarsi a una nuova “battuta di caccia”. Una volta arrivato in stazione, apprende dal suo vecchio amico la meta della spedizione: Norbury. Quella tranquilla zona di campagna è stata, anni addietro, scenario di uno dei rari fallimenti del detective. Ma non è certo per una commemorazione del passato che i due, ora, sono diretti lì.


Nato a Bari nel 1973, Francesco Calè vive a Valenzano (BA). È laureato in Filosofia con una tesi in Antropologia Culturale. Dopo aver conseguito un master in Comunicazione d’impresa e relazioni pubbliche, ha svolto diversi lavori e diverse attività nel campo del giornalismo e della comunicazione. Cultore di tradizioni popolari, favolistica e mitologia, appassionato di giallistica, collezionista di fumetti. A partire dal 2014 si cimenta con la scrittura creativa, partecipando a diversi contest letterari e aprendo un proprio blog. La scoperta, fatta in tenera età, della figura del "consulting detective" di Baker Street e dell'universo narrativo creato da Arthur Conan Doyle è per lui fonte di una fascinazione irresistibile che gli è rimasta tuttora incollata addosso.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli