LA CASA SUL FIUME

La casa sul fiume, di Italia Izzo Vitiello, è un romanzo corale e polifonico che sprigiona con felice naturalezza le profondità nascoste del tempo di cui in genere si nutre – per sintesi macroscopiche – la narrazione storiografica quando inghiotte e tritura, nel ventre del suo oceano, eventi, uomini, storie. La storiografia raccolta nei manuali tende giocoforza a sorvolare sulle “minutaglie” degli individui comuni, che pure sostanziano il tessuto connettivo delle epoche: spetta alla letteratura raccoglierle e metterle in luce, per recepirne e amplificarne il valore umano inesauribile. Qui è in gioco un arco temporale tra i più cruciali del secolo scorso: dall’aprile 1938 all’agosto 1946.
Il libro si compone di tre parti: Brian, ambientata negli USA, in Virginia; La casa sul fiume, in Italia, a Scafati, nei pressi di Salerno; Un conflitto mondiale, in America e in Italia, con incontro finale tra personaggi americani e parenti italiani (la famiglia Nunziante). I Nunziante sono proprietari di una piccola industria del cotone e del commercio di tessuti. Tre sono anche le dimensioni principali attraverso cui viene sapientemente orchestrato il racconto, e altrettante le chiavi di lettura

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli