Le memorie di Antinoo

Il singolare episodio storico di Antinoo, la sua fine in giovane età, avvenuta in circostanze ancora oggi misteriose, richiamano le fascinose fiabe orientali, con la loro concezione malinconica e pessimistica della vita. In esse l'uomo-dio è sottoposto ad un destino misterioso ed ineluttabile: mentre più è bello, più fiorente negli anni e nell'aspetto, allora più lo sovrasta il fatale andare delle cose, che lo trascinerà con sè nell'oscurità. Questa coscienza di vuoto, della stessa conclusione del mondo classico, fu tipica dell'età adrianea: non vi era più l'ottimistico senso di vita dell'uomo che agisce dietro un vero principio spirituale. Nemmeno il sacrificio finale ha potuto dare alla vita di Antinoo un valore positivo, ma anzi è stata l'ultima conferma di questa conclusione di inutilità del vivere stesso. Si trattò di un tentativo di sincretismo religioso, imposto da un imperatore con un decreto, che ebbe fortuna ulteriore proprio perchè espresse un sentimento umano comune: ciò avveniva in un momento psicologico, tipico di quei tempi, di ricerca senza base, di inquetudine senza forma, di religiosità senza profondità, che allo fine sfociò nelle teorie filosofiche dei neoplatonici. Antinoo è il simbolo vivente della classicità, di una cultura che è stata e rimane alla base della nostra civiltà fondamentalmente umanistica. Antinoo è la Grecia, è la cultura greca e per questo in lui ho incarnato un mito, quello della civiltà classica. Questo romanzo non solo espone le vicende di un grande mito della classicità, ma vuole spingere il lettore a rivivere quell'esperienza del tutto unica con gli occhi ormai disincantati della nostra contemporaneità.

RAFFAELE MAMBELLA: docente di Storia dell’Arte e residente a Padova, si è laureato in Etruscologia ed Antichità Italiche nella locale Università, perfezionandosi, poi, in Archeologia all’Università di Bologna. E’ stato nel 1980 allievo della Scuola Archeologica Italiana di Atene, partecipando a ricerche archeologiche in Grecia e a Roma, mentre ha pure diretto scavi in Basilicata, in Sicilia ed in Calabria. Ha inoltre pubblicato, in numerose riviste specializzate italiane ed estere, articoli riguardanti l’arte etrusca, greca, paleoveneta e romana. Come studioso della classicità ha ottenuto nel 1995 i premi internazionali “Napoli-Mezzogiorno”, “Primavera Catanese”, nel 2003 il premio “Carsulae-città di Terni e il premio “Club Letterario Italiano” a Latina; nel 1999, come scrittore di narrativa, il“Premio Firenze-Targa del Presidente del Senato”, “Il Premio Val di Magra”, “Il Premio Città di Milano” e il “Premio Città di Leonforte”. Ha collaborato alla stesura di alcune voci riguardanti il mito antico nel “Lexicon Iconographicum Mitologiae Classicae” edito sotto il patrocinio dell’UNESCO ed è attualmente considerato uno dei più interessanti studiosi della scultura romana adrianea e di Antinoo in particolare.

BFAbooks è l'imprint digitale della Casa d'Aste Bertolami Fine Arts che si occupa di editoria d’arte e culturale pubblicando testi che esplorano a tutto campo le discipline artistiche, storiche, lo sfaccettato mondo del collezionismo e il settore del turismo culturale. La sua linea editoriale privilegia autori e argomenti di nicchia, trattati con ampia libertà di espressione sia attraverso il genere del saggio – di carattere scientifico o divulgativo – che in forma narrativa. Una particolare attenzione viene riservata alla pubblicazione di cataloghi di mostre e aste d’arte, nonché alla ripubblicazione di libri rari e introvabili.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Raffaele Mambella

L'ultimo volo dell'Araba Fenice: Vita e gesta dell'imperatore Alessandro Severo

L'ultimo volo dell'Araba Fenice: Vita e gesta dell'imperatore Alessandro Severo di

Ancora oggi la Roma degli Imperatori esprime il suo fascino più profondo nella sedimentazione continua delle sue memorie e nella congerie inestricabile di immagini unificate dal ricordo di una città il cui nome, episodio unico nella storia, indicava il mondo. Questo romanzo, attraverso la vita di un grande, ma sfortunato, imperatore, ripercorre quella storia millenaria nel momento più...

Grecale: Un anno della vita di Alcibiade

Grecale: Un anno della vita di Alcibiade di

Il giudizio che gli studiosi antichi diedero della figura di Alcibiade è sempre stato discorde. Molto amato e molto odiato dai suoi contemporanei per motivi contrapposti, egli amò il potere sopra ogni altra cosa, ma perseguì anche un ideale squisitamente politico e sognò che avrebbe fatto raggiungere ad Atene il massimo dello splendore. Allo stesso modo, fu consapevole che le lotte interne tra...