Il rosso e il nero (I Grandi Classici della Letteratura Europea)

Julien Sorel, un giovane ambizioso di umili origini, diventa l’amante di Madame de Renal, moglie del sindaco di Verrières presso il quale lavora come precettore, ma improvvisamente la donna, sopraffatta dal rimorso, termina il loro rapporto. Successivamente, Julien diventa il segretario del ricco marchese de la Mole e ne seduce la figlia, Mathilde. Ma quando il matrimonio con quest’ultima sembra essere ormai alle porte, Madame de Renal rivela al marchese la relazione avuta con il giovane, accusandolo di essere un seduttore e un truffatore. Furioso, Julien decide di ucciderla.
Nero per i suoi tratti realistici venati dal rosso della passione e del delitto, Il rosso e il nero è la storia di un’ascesa e di una caduta: quella di Julien Sorel, figlio di un carpentiere, bramoso di essere ammesso nei salotti dorati dell’aristocrazia parigina. Il suo talento, la sua astuzia e il suo potere di seduzione basteranno a strapparlo dalla sua umile condizione d’origine? Capolavoro di analisi psicologica, incentrato sull’amore ipergamico, sensuale e passionale, del giovane protagonista per la più matura Madame de Renal, e su quello piuttosto freddo e intellettuale di Julien con la sua coetanea Mathilde, cronaca della Francia nel periodo della Restaurazione, primo romanzo a rappresentare le lotte di classe e la violenza del determinismo sociale, Il rosso e il nero è il più famoso romanzo di Stendhal. Crudele e ironico, è stato apprezzato da scrittori come Balzac, Julien Gracq, Zola e Aragon e ancora oggi, a quasi due secoli di distanza dalla sua prima pubblicazione,  affascina i lettori delle nuove generazioni.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Stendhal

La Certosa di Parma

La Certosa di Parma di

La Certosa di Parma è l'ottavo romanzo scritto da Stendhal (pseudonimo di Henri-Marie Beyle, 1783-1842). Secondo la tradizione, fu composto a Parigi, in un edificio al numero 8 di rue Caumartin, fra il 4 novembre e il 26 dicembre 1838, durante una volontaria reclusione dell'autore durata 52 giorni. Sembra che lo scrittore, trincerato nel suo studio, diede ordine alla servitù di rispondere "il s...

La Badessa di Castro: 55 (Classici)

La Badessa di Castro: 55 (Classici) di

La storia della Badessa di Castro, romanzo breve di Stendhal, narra l'amore travagliato tra una ragazza di illustri origini, Elena di Campireali, costretta a farsi suora, e il brigante Giulio Branciforti, sullo sfondo della campagna romana della metà del '500. Anche in quest’opera ad una società dominata dall’interesse e da una politica meschina ed ottusa, i personaggi di Stendhal si contrappon...

La Certosa di Parma: 56 (Classici)

La Certosa di Parma: 56 (Classici) di

Nella Certosa di Parma, scritto da Stendhal nel 1839, attraverso le vicissitudini del protagonista, il giovane e bello Fabrizio Del Dongo, si racconta la sconfitta delle aspirazioni individuali ad opera di una società che nel romanzo è rappresentata da una corte italiana dell’età della restaurazione, ma che in realtà nasconde la tipica forma del dispotismo moderno.

La Certosa di Parma (Mondadori) (Oscar classici Vol. 148)

La Certosa di Parma (Mondadori) (Oscar classici Vol. 148) di

Peripezie e incertezze, amori e avventure interiori del giovane Fabrizio del Dongo, dalla battaglia di Waterloo alla prigionia nella Certosa di Parma. Il primo romanzo moderno, capolavoro di Stendhal.

La Certosa di Parma

La Certosa di Parma di

La certosa di Parma è un romanzo d'amore e d'avventura, scritto da un innamorato dell'Italia e soprattutto degli Italiani.Vale la pena leggere uno dei capolavori della stagione che anticipò il Realismo ed il Naturalismo, per vederci rispecchiati nello sguardo di un francese innamorato del nostro Paese.“Gli Italiani sono schietti, bonaccioni, e, quando noi sospettosi o impauriti, dicono ciò che ...

La Certosa di Parma (Edizione Integrale)

La Certosa di Parma (Edizione Integrale) di

Stendhal in Italia frequentò principi, militari, dame famose, poeti ed artisti. Questo romanzo, uno dei libri-chiave dell'Ottocento, racconta il nostro Paese attraverso le vicende del giovane Fabrizio del Dongo, incerto tra sogni d'amore e segni di gloria. Sono gli anni di Napoleone: fermenti ideali e di passioni trascinanti. Fabrizio parte e va alla guerra, ma torna presto in Italia dove comin...