Quanti guai, Babbo Natale!

Dovete sapere che Babbo Natale è una delle persone più fortunate del mondo. Tutti gli vogliono bene, o almeno così dicono. E poi lavora una sola notte l’anno - anche se, va detto, in quella notte svolge il lavoro di un anno intero. Tutto il resto del tempo è, per lui, una lunga settimana bianca in cui, a volte, fa un giro tra quei suoi aiutanti con le orecchie a punta dispensando qual-che grassa risata e poderose pacche sulle spalle. Questo, almeno, è ciò che certe persone - di quelle che hanno dimenticato la loro fantasia in uno di quei cassetti polverosi che non si aprono mai - pensano di Babbo Natale. E quanto alla supposta fortuna di Babbo Natale… Beh, ognuno potrà giudicare da sé, leggendo questa storia.

La genesi di questa storia è importante quanto la storia stessa, quindi concedeteci di raccontarvela.
La storia dei sette guai di Babbo Natale deve la propria esistenza a due miei amici, Guido Umberto Sacco e Flavia Zuncheddu: un musicista e un’illustratrice free-lance.
Una sera ci siamo trovati davanti a una birra e Guido ci ha parlato di una certa sua composizione, una musica intitolata "Babbo Natale nei guai". Avrebbe voluto una storia ispirata alla musica, illustrata da Flavia. Ho accettato senza neppure ascoltare il brano: le prime righe della storia, riportate sopra, sono state scritte su un tovagliolo del locale.
Il nostro progetto originale era un’opera a sei mani, un insieme armonioso di musica, testo e illustrazioni. Le circostanze ci hanno impedito di realizzarla come pensavamo. Per ora, almeno. Ma la musica di Guido, da cui tutto è nato, è ora disponibile in iTunes e in Amazon e le copertine di entrambe le opere sono opera di Flavia, così come le miniature all'inizio dei capitoli.
Così, caro Lettore, se vuoi assaporare pienamente la storia, durante la lettura prova ad ascoltare "Babbo Natale nei guai".
Mentre scrivevo lasciavo che mi risuonassero nella mente, in tutta libertà, episodi e frammenti della musica e molte scene sono state scritte immaginando Flavia che si divertiva ad illustrarle. Insomma, questa storia deve tutto a Guido e Flavia. Senza di loro, nessuno saprebbe nulla dei guai di Babbo Natale. Neanch’io.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo