La Fattoria dei Gelsomini

Compra su Amazon

La Fattoria dei Gelsomini
Autore
Elizabeth Von Arnim
Editore
Fazi Editore
Pubblicazione
11 gennaio 2018
Valutazione
(2)
Categorie
Lady Daisy e sua figlia Terry hanno invitato alcuni ospiti a trascorrere il fine settimana nella loro dimora di campagna. Ma la padrona di casa, di solito ineccepibile, non si rivela all’altezza. Più passa il tempo, più il soggiorno, che culmina in un interminabile pranzo, diventa un supplizio per tutti: il caldo è insopportabile, le interazioni obbligate alla lunga sfiancano, e il dolce all’uva spina, causa di imbarazzanti malesseri, è il colpo di grazia. Sempre più insofferenti, Mr Topham e il misterioso Andrew trovano rifugio in una lunga partita a scacchi, che si protrae fino a notte inoltrata, quando tutti gli altri sono già a letto. Peccato solo che la candida Terry, il mattino dopo, sappia chi ha vinto. A questo punto i sospetti di adulterio della moglie di Andrew diventano certezza: alla giovane Rosie non resta che mettere a punto la vendetta. E quale miglior alleata, se non la madre, l’esuberante Mrs de Lacy, scaltra come poche, che non vede l’ora di irrompere sulla scena, avendo già fiutato l’occasione per guadagnarci qualcosa?
Con la sua eleganza e la sua ironia tagliente, Elizabeth von Arnim ci racconta tutto quello che si nasconde dietro l’ipocrisia dei salotti dell’aristocrazia inglese in un romanzo che fa ridere e sorridere spesso, pervaso di un allegro cinismo e di un’irriverente satira sociale.

«Autrice prolifica, ma di quelle che se inizi a leggerle poi non smetti più».
Natalia Aspesi, «il venerdì di Repubblica»

«Elizabeth possiede al cento per cento quella peculiare caratteristica di tante autrici britanniche: un romanticismo spinto ma non sentimentale, un ardore emotivo che si avvolge ben bene in un cinismo pungente ma affettuoso. Sono autrici in bilico tra il sorriso e la stilettata. Come Elizabeth Jane Howard con i suoi Cazalet».
Stefania Bertola, «TTL – La Stampa»

«Nei libri di Elizabeth non ci sono leziosità o tè delle cinque. Fu, anzi, la prima scrittrice autenticamente moderna».
Francesca Frediani, «D di Repubblica»

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

La fattoria dei gelsominiMangialibri

In un’aristocratica residenza del sud dell’Inghilterra il pranzo domenicale rischia di trasformarsi in un incubo: l’invito di Lady Daisy Midhurst a trascorrere un fine settimana in campagna ha il sapore di un riconoscimento sociale irrinunciabile. Al contrario della crostata di uva spina dal sapore insopportabilmente acido che, insieme al caldo eccessivo e ad una curiosa Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Let’s talk about: La fattoria dei gelsomini di Elizabeth von ArnimStamberga d'Inchiostro

Questo è un romanzo che coglie l’essenza della società e della sua struttura, radicate nei preconcetti degli esseri umani fin dall’alba dei tempi. L’autrice però va oltre, usando questo come copertina diun libro che invece racconta la difficoltà del rapporto fra una madre e una figlia, in particolar modo quando la comunicazione incontra barriere troppo grandi da abbattere. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Elizabeth von Arnim

Una principessa in fuga

Una principessa in fuga di

Priscilla ha ventun anni e vive in un granducato mitteleuropeo ai confini con l’Italia. A differenza delle sorelle, non si è ancora sposata: lei è una sognatrice, una poetessa che non scrive poesie, e il suo unico desiderio è evadere da una vita di agi prevedibile e soffocante. Architetta così la fuga verso l’Inghilterra insieme al bibliotecario e precettore Fritzing, la persona che le ha i...

La storia di Christine (Nuova Edizione)

La storia di Christine (Nuova Edizione) di

Berlino 1914. Christine, giovane violinista inglese di raro talento, si trasferisce in Germania per un anno di studio. È felice, conosce anche l’amore, ma presto capisce con sgomento che l’intera Germania brama la guerra e inneggia ai valori di sopraffazione e predominio sulle altre nazioni. Quando infine scoppia il conflitto, e l’Inghilterra si schiera a fianco dei nemici dei tedeschi, Christi...

Il giardino di Elisabeth

Il giardino di Elisabeth di

In questa narrazione autobiografica – il diario di un anno trascorso nella natura della Pomerania – la protagonista decide, dopo la nascita di tre figlie, di abbandonare la vita cittadina per raggiungere l’isolata tenuta familiare, così da allontanarsi talvolta da suo marito, l’Uomo della Collera, e trovare la forza di essere qualcosa di più di una buona moglie. Il suo raccoglimento, tuttavia, ...

Due gemelle in America (Bollati Boringhieri Narrativa)

Due gemelle in America (Bollati Boringhieri Narrativa) di

Con l’incombere della prima guerra mondiale, Anna Rose e Anna Felicitas, due gemelle diciassettenni orfane di entrambi i genitori, vengono affidate a dei poco solleciti parenti inglesi. Lo zio Arthur, tronfio patriota, è un tutore decisamente riluttante: le ragazze sono tedesche da parte di padre e chissà, potrebbero agire come spie nemiche... Spedite in America, durante la traversata in transa...

La moglie del pastore (Bollati Boringhieri Narrativa)

La moglie del pastore (Bollati Boringhieri Narrativa) di

Improvvisamente posseduta dal demone della ribellione, Ingeborg Bullivant, figlia del vescovo di Redchester, si prende una settimana di vacanza per visitare Lucerna. L’accompagna un serio e pensieroso pastore protestante che non tarda a chiederla in moglie, gettandola in grave imbarazzo. Al suo ritorno a casa però, di fronte all’ira del padre, Ingeborg accetta la via di fuga della proposta di m...

Il giardino di Elizabeth (Bollati Boringhieri Narrativa)

Il giardino di Elizabeth (Bollati Boringhieri Narrativa) di

Sposata da cinque anni con il conte von Arnim, ben più anziano di lei e prussiano fino al midollo, Elizabeth abbandona la caotica Berlino per Nassenheide, enorme tenuta in Pomerania. Si innamora della pace, dell’isolamento del luogo: il tetro convento seicentesco viene ripristinato, come pure il vasto e derelitto giardino che lo circonda. Il libro, pubblicato anonimo nel 1898 (e con grande succ...