Due: Ombre d'animo e Piacere (Il Principe e la Cacciatrice Vol. 4)

Cinque autori per cinque racconti molto diversi tra loro ma accomunati da un unico filo conduttore, quello del genere thriller erotico, danno vita a Due, questa bella raccolta della serie Il Principe e la Cacciatrice, nata dal talento e dalla genialità di Emanuel d’Avalos ed Emily Hunter, due nomi molto noti nell’ambito della letteratura erotica.
A essi si aggiungono A.S. Twinblack, talentuosa autrice di numerosi romanzi e racconti pubblicati sia con case editrici sia in self publishing, Simona Salvatore, autrice dotata di uno stile affilato, per certi versi scarno ma che colpisce in maniera inesorabile alla mente e allo stomaco, e il sottoscritto, Luciano Dal Pont, autore soprattutto di romanzi e racconti erotici e horror, ma non solo.
In L’enigma delle otto regine, Emanuel d’Avalos ci racconta col suo stile immediato, semplice ma molto efficace la caccia a uno spietato serial killer da parte di una bella poliziotta con il grado di Vice questore aggiunto, che è poi la voce narrante, e del suo scorbutico ma fascinoso collega commissario capo.
In Niente è come sembra, Emily Hunter ci guida con la sua ben nota maestria lungo gli inquietanti meandri esistenziali e psicologici di chi vive in balia di pulsioni in netto contrasto tra loro: amore e odio, lussuria sfrenata e repulsione, accettazione e rifiuto di sé stessi, dove su tutto aleggia un oscuro desiderio di vendetta e di rivalsa.
La vendetta è il tema predominante anche di Blind, lo struggente racconto di A.S. Twinblack, che ci immerge nel clima sulfureo di un odio a lungo covato e che non potrà essere lenito nemmeno dal desiderio ma anzi, proprio attraverso esso avrà modo di esplodere in tutta la sua drammatica virulenza. E non ci sarà perdono.
E poi il sottoscritto, Luciano Dal Pont, che ne Il dubbio narra una storia controversa nella quale un recente passato che la protagonista sta cercando di dimenticare, emergerà invece in modo subdolo e strisciante, rimanendo all’inizio semi nascosto alla coscienza e alla ragione, defilato, enigmatico, per rendersi concreto alla fine in un inarrestabile crescendo di paura e di lussuria.
E che dire di Simona Salvatore? In 56 la caduta ci afferra per mano e, con uno stile che sembra inciso nella carne dalla lama di un coltello, ci trascina nell’abisso dell’orrore più profondo, più assoluto. Sangue e lussuria e sadismo e follia si fondono in un amalgama dentro il quale la ragione rischia di perdersi per sempre. Anzi, forse non è mai esistita.
Insomma, cinque racconti che non potranno in alcun modo lasciare indifferenti, per una lettura eccitante ma anche angosciante, nella più pura accezione del thriller.
A cura di Luciano Dal Pont


Progetto Parole è la naturale evoluzione della collaborazione tra Emanuel d'Avalos ed Emily Hunter, che nel dicembre 2016 pubblicarono la prima raccolta di racconti erotici sotto l'etichetta Il Principe e la Cacciatrice.
Dopo varie pubblicazioni a “due”, questa cooperazione è stata aperta anche ad altri autori: Simona Salvatore, Luciano Dal Pont, A.S.Twinblack, quando, nel dicembre 2017, è stata pubblicata la quarta raccolta di racconti erotici thriller firmata Il Principe e la Cacciatrice.
Visto il successo di questa nuova formula, a Emanuel d'Avalos, Emily Hunter e Luciano Dal Pont, hanno dato vita all'etichetta editoriale indipendente: Progetto Parole, il cui intento è quello di ampliare la collaborazione con altri autori al fine di pubblicare e promuovere scrittori emergenti. Facebook Page: @progettoparole
Le collane di Progetto Parole
Il Principe e la Cacciatrice - Erotic Stories:
FOLLIA & PAURA - Madness Stories
Fiori e Cuori - Romance Stories
New Words - Narrativa

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

RECENSIONE: Due, ombre d’animo e piacere (Il Principe e la Cacciatrice vol. 4) | di Emanuel D’Avalos, Emily Hunter, A.S. Twinblack, Luciano Dal Pont, Simona SalvatoreIl Libro Sul Comò di Meg - Blog

Lo ammetto: ho avuto un peso sullo stomaco durante la lettura dei racconti. Tutti ben scritti, accattivanti e crudi: ogni singolo autore – al quale dedico questa recensione – è stato impeccabile nella descrizione e nel coinvolgere il lettore nel suo romanzo, catapultandolo negli angoli più remoti ed oscuri della mente umana. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.