QUEL SOTTILE CONFINE TRA NOI: La singolarità di un incontro

Stanca di non riuscire a dormire serenamente per una notte di fila, Alessandra accolse a braccia aperte l'opportunità di godersi diversi giorni di totale solitudine nella baita di famiglia senza il continuo chiacchierio dei suoi tre tesori.
Le sue notti erano disturbate da sogni conturbanti, strani e tremendamente reali da ormai troppo tempo e la sua innata calma stava iniziando a risentirne.
Ma tutto sarebbe passato una volta giunta alla baita, pensò. Avrebbe avuto modo di rilassarsi, riposare e godersi la quiete della natura, continuava a ripetersi.
Ma nulla e nessuno l'aveva preparata all'incontro con l'uomo che, con la sua voce profonda, le aveva scombussolato le notti.
Tanto meno era preparata al profondo e misterioso cambiamento che avrebbe portato nella sua vita quell'uomo dal fascino animale e dalla sensualità prorompente che, di umano, aveva solo una fugace parvenza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo