Isatis. Una storia di libertà

Novembre 1286. Le ricche rendite dell'abbazia benedettina di S. Pietro in Massa da tempo sono oggetto delle bramosie del vescovo di Callis, Bernaldo. L'abate di S. Pietro, Offredo, sotto la cui giurisdizione ricade il territorio del Sopramonte, si ritrova a fronteggiare un pericolo mortale.All'improvviso le vite, dure ma serene, della gente che vive alle pendici del Monte Nerone, vengono sconvolte e l'abate è costretto a ricorrere ai suoi uomini più leali per affrontare la drammatica situazione. Quando sarà il momento di fare le scelte più difficili, una pergamena di quasi settant'anni prima riemergerà dagli archivi dell'abbazia e per Offredo si schiuderanno nuove prospettive e nuovi dubbi, mentre Leone, il comandante delle guardie del Sopramonte, e Sara, sua moglie, saranno costretti a vivere un'angosciosa esperienza familiare.Il racconto, duro, incalzante e dal finale imprevedibile, delle vicende di una piccola comunità appenninica del centro Italia, che si trova a lottare contro la prevaricazione della violenza per difendere la sua libertà.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli