Discorsi del Poema Eroico

Intiera, l'opera deve essere una, ossia prevedere l'unità d'azione, ma senza schemi rigidi: ci può essere largo spazio per la varietà, e per la creazione di numerosi racconti nel racconto, e in questo senso la Gerusalemme liberata costituisce una piena realizzazione delle idee dell'autore. Lo stile, infine, deve adeguarsi alla materia, e variare tra il sublime e il mediocre a seconda dei casi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Torquato Tasso

Aminta (Classici)

Aminta (Classici) di Torquato Tasso BUR

Messa in scena per la prima volta nel 1573 per la corte ferrarese degli Estensi, la “favola boscareccia” di Torquato Tasso racconta la storia d’amore tra il pastore Aminta e la ninfa Silvia, tra fughe ed equivoci che prendono forma in un mondo pastorale mitico ma cosparso di riferimenti a signori e letterati del Cinquecento italiano. Protagonista di un immediato successo in Italia e in Europa, ...

La Gerusalemme Liberata. Versione originale in versi (Emozioni senza tempo)

La Gerusalemme Liberata. Versione originale in versi (Emozioni senza tempo) di Torquato Tasso Fermento

Poema epico che narra, sullo stile dell'Iliade di Omero, l'assedio e la conquista di Gerusalemme durante la prima Crociata nel 1099. Combina il racconto delle armi con storie di passioni amorose particolarmente difficili. Gerusalemme liberata, pubblicato per la prima volta nel 1580, è stato durante il Rinascimento uno tra i libri più letti e amati in tutta Europa.

Gerusalemme liberata - Edizione italiana

Gerusalemme liberata - Edizione italiana di Torquato Tasso

Introduzione e premessa di Antony Rodriguez

Aminta: Edizione Integrale

Aminta: Edizione Integrale di Torquato Tasso Sinapsi Editore

Aminta, qui in una edizione tascabile ed economica, è un dramma pastorale in cinque atti messo in scena per la prima volta nel 1573 per la corte ferrarese degli Estensi. Il pastore Aminta ama la ninfa Silvia che, seguace di Diana, disprezza il suo amore. Quando Aminta viene a sapere che Silvia è morta, divorata dai lupi, per la disperazione si getta da una rupe. Silvia però è viva e, conosciuto...