La città e i cani

Compra su Amazon

La città e i cani
Autore
Mario Vargas Llosa
Editore
EINAUDI
Pubblicazione
08/01/2016
Valutazione
1
Categorie
Così rispondeva l'autore a chi, al momento della pubblicazione, gli chiedeva se La ciudad y los perros - bruciato in piazza dai militari, considerato dalla critica il migliore tra i suoi romanzi, - fosse un romanzo "sulla violenza". E la violenza - fisica e non - fa da sfondo al microcosmo del Collegio Leoncio Prado di Lima dove avviene l'educazione del protagonista-alter ego dell'autore. Un collegio retto da militari secondo una disciplina militare in cui confluiscono sia i figli delle classi inferiori ammessi per merito sia quelli delle classi alte mandati lí dalle famiglie nella speranza di domarli, e dove la sopraffazione, la forza bruta, il dispotismo sono le leggi della convivenza, a dispetto di regolamenti e norme. "Ero un bambino viziatissimo, presuntuosissimo, cresciuto, faccio per dire, come una bambina... Mio padre pensava che il Leoncio Prado avrebbe fatto di me un uomo, - ricorda Vargas Llosa, - ma per me fu come scoprire l'inferno".

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Il Consigliere Letterario

La grammatica dell’odioIl Consigliere Letterario

Romanzo di straordinaria intensità emotiva, carico nel medesimo tempo di dolore e commozione, La città e i cani è una lettura che consuma e ferisce, è un viaggio senza ritorno nell’orrore, nello splendore, nella vita. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Mario Vargas Llosa

La festa del Caprone (Einaudi tascabili. Scrittori)

La festa del Caprone (Einaudi tascabili. Scrittori) 1 di

Nel 1961 un gruppo di dominicani decide di uccidere in un agguato il dittatore Rafael Leónidas Trujillo, il «Caprone», padrone assoluto di Santo Domingo, violentatore e paternalista, che da trent'anni controlla le coscienze, i pensieri, i sogni dei cittadini… Molti anni dopo, Urania Cabral, figlia dell'ex presidente del Senato Trujillo, professionista di successo, torna nella Santo Domingo che ...

Elogio della lettura e della finzione (Vele Vol. 65)

Elogio della lettura e della finzione (Vele Vol. 65) di

Leggere è protestare contro le ingiustizie della vita, cosí come scrivere. Chi cerca nella finzione ciò che non ha, dice, senza la necessità di dirlo, e forse senza saperlo, che la vita cosí com'è non è sufficiente a soddisfare la nostra sete di assoluto. E che dovrebbe essere migliore.

I cuccioli. I capi (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1137)

I cuccioli. I capi (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1137) di

I capi (Los jefes) è una raccolta di racconti del 1959 che, se si eccettua l'opera teatrale La fuga dell'Inca, rappresentata nel 1952, si pone come base, come punto di partenza di una ricerca che si concretizzerà piú avanti in testi memorabili come La città e i cani e Conversazione nella "Catedral". Sei racconti in cui sono presenti molti dei "luoghi" dell'autore: gli studenti, la politica, gli...

Chi ha ucciso Palomino Molero? (Einaudi tascabili. Scrittori)

Chi ha ucciso Palomino Molero? (Einaudi tascabili. Scrittori) di

La vittima è Palomino Molero, un giovanissimo aviere trovato senza vita e con i segni evidenti di atroci torture. Un caso come molti nel clima di incertezza politica e sociale di quegli anni. Per molti un caso da archiviare senza strepito, un "incidente" senza importanza né conseguenze. Decisi a far luce sull'omicidio, il tenente Silva e il suo aiutante Lituma ricostruiscono i brandelli di una ...

La zia Julia e lo scribacchino (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 227)

La zia Julia e lo scribacchino (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 227) di

Pedro Camacho, detto il «Balzac creolo», è uno strano e fecondissimo inventore di trame melodrammatiche e truculente per un programma feuilleton di Radio Lima. Tutti in città attendono con impazienza le «puntate» della sua fantasia, fatte di arresti misteriosi, morti segrete, incesti, sangue e passioni. In parallelo scorre la storia di Mario - pallidamente autobiografica, come il nome del prot...

Il richiamo della tribù (Einaudi. Passaggi)

Il richiamo della tribù (Einaudi. Passaggi) di

«La dottrina liberale ha rappresentato dalle sue origini la forma piú avanzata della cultura democratica e ciò che piú ci ha consentito di difenderci dall'inestinguibile "richiamo della tribú". Questo libro cerca di contribuire con un granello di sabbia a questo indispensabile compito». Cosí scrive Mario Vargas Llosa spiegando il titolo di questo libro. Ad essere protagoniste qui sono le lettur...