Pane

Estate 1951. Dal suo campo di grano, Romeo può osservare i resti dell’Abbazia di Montecassino, distrutta da una guerra catastrofica. Annientati i suoi sogni, dilaniati i suoi affetti più cari, l’uomo si lascia consumare da sette lunghi anni dai ricordi e dal rimpianto, nutrendosi morbosamente della sua stessa disperazione.
Le rovine della guerra, le rovine dell’anima: come si può rinascere? Il destino può assumere diverse sembianze: un vecchio cane nero, un carabiniere dall’aria invadente, un giudice sospettoso.
Una storia del secondo dopoguerra, la storia intima di un uomo, del suo sogno d’amore spezzato e di speranze distrutte, come il Paese in macerie; ma anche di inaspettata rinascita.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli