Puerto de Luna: La sottile differenza fra il bianco e il nero

La pistola esplose i colpi in rapida successione e la Suite Royale del Liang Saloon venne invasa da un turbinio di banconote. Quando il tamburo della Pepperbox a retrocarica venne svuotato c’erano dollari dappertutto, sparsi per ogni angolo della stanza: migliaia di tagli da cento sulle pareti damascate, sulla cassa da morto, sui capelli delle sgualdrine e sul profilo argentato delle armi da fuoco. Volteggiavano pigramente, disegnando le loro verdi traiettorie di fronte a un concerto di occhi increduli.

Harvey Huddlestone è fermamente intenzionato ad aprire pozzi petroliferi a Puerto de Luna. Di fronte al rifiuto di Margaret Bonneville, promessa sposa dello sceriffo Armstrong, di vendere la propria fattoria, il petroliere fa rapire padre Joaquin per ostacolare le nozze. Così, un pericoloso gioco di inseguimenti e duelli tirerà nella mischia anche banditi appassionati di Dostoevskij, Apache ubriachi di tizwin e un uomo venuto da lontano, in sella a un dromedario, per compiere una vendetta.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli