Ascia e seta

Ginale e io uscimmo silenziosamente dalla villa delle streghe, senza dire una parola, e sedemmo in macchina. Ho avuto abbastanza domande per lei, ma sono stato attento a parlare della cosa importante nelle immediate vicinanze dell'abitazione della strega - chissa quali opportunita hanno queste streghe? Ne so poco, e possibile che queste "scintille" permettano alle loro amanti? - Ho lo stesso udito di me.
Ma quando eravamo gia a una distanza sufficiente, ho deciso di fare una domanda.
"Quanto ti fidi di Marcia?"
Ginale rimase in silenzio a lungo, mordendosi le labbra, guardando la strada, pensando a qualcosa.
"Sai," comincio finalmente, "mi ha aiutato a suo tempo." Ha aiutato molto. Se non fosse per Marcia, non saresti piu stato in grado di farlo, ne sono sicuro. Ma ... "Zia alzo leggermente le spalle," adesso ". Non lo so, Lisa. Piu passa il tempo, piu mi sembra che, aiutandoti, abbia perseguito alcuni dei suoi obiettivi. Ma quali - nessuno tranne lei sa.
"E un errore", dissi, quando mia zia riflette di nuovo. - Non mi ha aiutato, ma prima di tutto - tu.
- Non voleva neanche vedermi all'inizio. Non importa quanto duramente ho provato, non importa quanto ho cercato di attirare la sua attenzione - tutto era inutile. Poi ho avuto ombre sulla mia coda, stavi cercando draghi, lupi mannari, maghi - si, tutti quelli che non sono pigri. E io ... cosa potrei opporre a tutti loro? Sono solo un essere umano.
"E hai chiesto aiuto alle streghe?" Decisi che sarebbero andati contro quelli che odiavano da secoli? Le misi una mano sulla spalla e la strinsi leggermente. Non importa come la vita vada, non importa quello che imparo - Ginale rimarra per sempre la persona piu vicina, cara e amata. Ha fatto di piu per me di chiunque altro, piu di mia madre.
- E dove altro potrei andare? Ma Marcia divenne allora suprema in quel momento e ... non voleva nemmeno ascoltarmi.
- E cosa e cambiato allora?
- Ho raccolto l'impudenza e sono ancora venuto da lei con te. E, sai, e tutto deciso. Ha immediatamente cambiato idea non appena ti ha visto. E stato creato l'amuleto che ti ha distrutto il tuo ... - Ginal annui, apparentemente non volendo chiamare Alex per nome. E anche questo era comprensibile - nonostante si fosse rassegnata al mio atteggiamento nei confronti dell'erede dei Cantemiris, non potevo perdonargli quell'incidente nella mia camera da letto.
"Ti ha aiutato a causa mia?"
"Non mi ha aiutato, Lisa. Marcia ti ha aiutato.
- Ecco come? - hmm ... questa informazione mi ha fatto pensare ancora di piu. Se questo va avanti, allora la mia testa andra in pezzi.
"Ma non e mai stata interessata a te," continuo Ginal. "Non ho mai chiesto come eri in tutti gli anni." E in qualche modo non ci ho nemmeno messo a fuoco, ma ora ho pensato per qualche motivo.
Mi sono di nuovo immerso nei miei tristi pensieri. E dovevo ammettere che non mi piaceva tutto cio che era evidente, si stava preparando nel prossimo futuro. La mia intuizione letteralmente gridava che dovresti aspettarti qualche tipo di podlyanki - troppo negli ultimi anni, tutto confuso. Ma non potevo confrontare tutte le informazioni che avevo e trarre conclusioni - non avevo abbastanza conoscenza, mi mancavano un sacco di piccoli dettagli a causa dei quali l'intera immagine semplicemente perdeva ogni significato e non si sommava. E se non capisco esattamente cosa devo cercare, non lo trovero mai. Inoltre, questa Alira, che dormiva sempre perfettamente, disturbava lo sciame dei miei pensieri. Questo e cio che la strega suprema puo nascondere, che cosa ha tanta paura di Kantemirez? La risposta e semplice per digrignare i denti - tutto cio che ti piace. Dai rituali proibiti a .... prima del romanticismo con uno dei draghi.
"E questo, Alira?" Ho chiesto a Ginale. "L'hai conosciuta da molto tempo?"
- Fin dall'inizio. La ragazza puo solo essere compatita, ma non e cosi male come vuole guardare.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Eloise Little

Ficus in una pentola di melograno

Ficus in una pentola di melograno di

Esattamente alle cinque in punto, con un cuore morente, aprii il cancello e cominciai a salire tra gli alberi del giardino fino alla casa di Carlota. I miei amici, avendo fatto molto con me, sono andati a casa, a Portosin. Abbiamo deciso di parlare per parlare e di incontrarci la sera e poi, guardando la situazione, decidiamo cosa fare. Naturalmente volevo passare tutto il tempo con Carlota. Ma...

Profumo di cocco in camera da letto

Profumo di cocco in camera da letto di

Non volevo stare da solo nel parco. Lera si guardo intorno, ma ne la "Spartan" ne la donna in nero potevano vedere. La donna in nero. Strana persona Lera vago lungo la riva del lago, calciando pietre nell'acqua. Il tempo sembrava rallentare, se non fermato del tutto. Dopotutto, sono passati solo tre giorni da quando Mila e stata uccisa. E quanto e successo tutto ... Sembra che sia passata...

Topo e scrigno in legno

Topo e scrigno in legno di

Come puo accadere che parecchie domande sorgano nello stesso momento? Creatura, crateri morti di controllo - e il capo di una setta magica Oecussi Daire. Non e chiaro cio che gli piaceva cosi ho come un ricettacolo, e cosa si intendesse per 'errda um rrdat', che ripete la Fede durante la trance 'pastiglie di menta'. Sebbene su questo account, ho avuto alcune supposizioni. Per tutto questo tempo...

Secchio con mimosa

Secchio con mimosa di

Ancora una volta, io e Flora ci siamo incrociati proprio prima della nuova lezione di psicologia. Sorprendentemente, questa volta, Rina e riuscita a farmi un posto in prima fila, che, comunque, ho gentilmente rifiutato. In primo luogo, perche non mi piaceva particolarmente sedermi nel mezzo di una folla completamente sconosciuta, ma il posto e stato salvato da un amico nel mezzo della fila. E...