Un cowboy del Texas: Quindici anni di avventure a cavallo

Charles A. Siringo - cowboy texano di origine italiana per parte di padre - vive i momenti d’oro del selvaggio West. Dalla fine della Guerra Civile alla fine degli anni Ottanta del 19° secolo è l’era dei cowboy. Ed è soprattutto la consapevolezza dell’interesse che questo mondo suscita nei diversi ambienti - in particolare quelli cittadini, così lontani dal modo di vivere di rancher e mandriani - che lo porta a scrivere ancora trentenne questa sua prima autobiografia, un resoconto destinato a divenire un classico sull’argomento per il lettore americano. Uno degli scritti successivi di Siringo sarà invece dedicato alle esperienze vissute in qualità di detective per l’agenzia dei Pinkerton. Ma c’è un altro elemento che caratterizza queste pagine e che saprà catturare l’interesse di ogni appassionato di Far West: la vita e le imprese di Billy the Kid. Siringo conosce personalmente il fuorilegge e vive alcuni degli episodi legati alle sue vicende. Tre capitoli di “Un cowboy del Texas” sono dedicati proprio a Billy the Kid, così come la nostra postfazione, che si propone di analizzare il racconto di Siringo ponendolo a confronto con altre fonti di prima mano e con diversi studi successivi sull’argomento. “Un cowboy del Texas” sa trasmettere con rara freschezza l’entusiasmo del suo giovane autore per un mondo destinato via via a tramontare. Ma, facendosi strada tra canyon e pianure, tra città appena sorte e monti innevati, le vicende e le atmosfere del selvaggio West sono arrivate fino a noi, e ascoltare le voci dei loro protagonisti è il modo migliore per poterle rivivere.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo