Quell'agenda del 96: In quanti modi può amare il nostro cuore?

In quanti modi possiamo amare?
Più di quelli che possiamo vivere in un’intera vita.
Quanti errori dobbiamo fare prima di imparare a essere felici?
Tutti quelli che servono a comprendere i segreti del nostro cuore.

Elisabetta è stata lasciata da Enrico, l’amore della sua vita.
Ha ripreso a bere per alleviare il dolore e ogni serata termina nel pianto e nell’incoscienza.
Finché non decide di riversare in una vecchia agenda le emozioni che le traboccano dal cuore.
E all’improvviso arriva la svolta.

Benedetta, la sua amica d’infanzia, la invita a casa sua in toscana.
Nonostante il cuore sanguinante, Elisabetta viene trascinata in una giostra d’incontri ed eventi che la getteranno nelle vite di Carlo, Massimo, Patrizia e Debora. Da ognuno imparerà qualcosa di nuovo sull’amore finché il destino non sconvolgerà la loro vita.

Questo racconto è un omaggio all’amore, un sentimento in grado di cambiare il mondo e le persone.


Puoi trovare altri miei racconti cliccando sul mio nome qui in alto, oppure inserendolo nella barra della ricerca.
Per esempio ti consiglio la lettura di “Rosso: come nascono le favole” o "Il tempo è un'illusione" che hanno ricevuto numerosi apprezzamenti.
Inoltre sul sito emozioniefantasia.it hai la possibilità di leggere altri racconti inediti.

Se il racconto ti piace ti invito a lasciare il tuo commento in questa pagina.

Infine se ti piace la fantascienza ti consiglio il mio romanzo: "Verso il cielo"
Un viaggio indimenticabile attraverso il mondo in declino del 22° secolo, quando le previsioni di oggi su estinzioni e inquinamento, cambiamenti climatici e collasso ambientale diventeranno fatti.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Pierluigi Selvatici

Venne il buio: Viviamo sul confine tra luce e ombra

Venne il buio: Viviamo sul confine tra luce e ombra di

Il mondo degli esseri umani è definito dai confini.Tracciamo confini dentro e fuori di noi, sulle mappe con cui rappresentiamo la terra, nelle parole che usiamo per comunicare, nelle mille stanze della nostra interiorità. Separare per noi umani significa comprendere e controllare la realtà.Nel labirinto di confini in cui viviamo ce ne sono di speciali.Per esempio c’è un confine tra il giorno e ...