I signori sono ospiti del Croce?

Alle ore diciotto ci imbarcammo da Civitavecchia. La nave alla banchina era veramente maestosa, sembrava un brigantino dell'epoca dei pirati. Lo scafo nero come l'inchiostro. Costruita tutta in legno di mogano con tre alberi altissimi. Giunti con l'autovettura sottobordo ci venne incontro, con passo dinoccolato, un uomo alto, magro e scuro di carnagione; si fermò a qualche metro di distanza e poi chiese con la erre moscia: " i signovi sono ospiti del Cvoce?"

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo