Fides

Chi sei, Lincoln Morse? Chi sei? Un soldato, un servo, un difensore della pace, oppure uno che semplicemente ama sparare? Sei un salvatore o un assassino? Sei una macchina? Un uomo? Il risultato di anni e anni di arte della guerra? O sei solo uno che non ha un posto nel mondo? E dimmi, Lincoln, cosa si nasconde dietro la tua divisa, sotto la corazza: c’è un cuore lì? Un cervello che ragiona? O sei l’algoritmo del massacro? E quando ti chiederanno di dare di più, quando ti chiameranno per rinunciare a tutto, persino a te stesso, per difendere il pianeta da una nuova minaccia, cosa risponderai? Tu non lo sai ancora, nessuno lo sa, ma la fine è vicina. E correrai, tu e i tuoi uomini, tu e tutti gli eserciti. Danzerete in un’ultima guerra, nell’estrema speranza di rimediare al più grande orrore di sempre. Ma ogni soldato lo sa: ogni fine è solo il preludio di un altro inizio. Sarai l’uomo e il soldato che ci aspettiamo? La tua fede verso la divisa ti permetterà di salvarci? Tornerai mai da me?

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Let’s talk about: Fides di Ivan ZippoStamberga d'Inchiostro

Nel grottesco quadro dipinto dall’autore non c’è via di fuga, l’unica direzione verso la quale si deve correre è contro il proprio nemico, faccia a faccia con la morte, perseguendo un’ideale che non ci appartiene. Dopotutto è questa la vita del soldato, che sia il passato o che sia il futuro, deve sempre e solo eseguire gli ordini che vengono impartiti senza fare domande né ai suoi superiori né a sé stesso. È proprio quando un soldato inizia a porsi delle domande che la piramide crolla, non c’è ordine che tenga e la verità viene a galla. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.