Il gioco serio del teatro: Fondamenti di Teatroterapia

Il gioco serio del teatro chiude una trilogia iniziata con Far teatro per capirsi, un viaggio per approcciare gradualmente quella disciplina sperimentale chiamata Teatroterapia. Il “fare teatro” ci fa scoprire le potenzialità immense di questa disciplina: in nessun’altra si realizza la fusione perfetta tra corpo-voce-mente, in una valenza che parte dal personale e si espande al sociale. L’attore è il prototipo dell’uomo libero, dichiara Orioli nella sua introduzione, l’azione scenica mostra una ricchezza di cui si vuole parlare non solo citando oltre vent’anni di esperienza negli ambiti più disparati, dalla normalità alle situazioni di disagio sociale o di patologia psichica, ma anche elaborando una dettagliata epistemologia. La preparazione accademica e la mera esperienza di vita teatrale si fondono in questo volume assai vasto, che offre un panorama completo. I capitoli trattano tutti gli aspetti della disciplina, i concetti generali, il teatro come forma di linguaggio, la corporeità, le dinamiche relazionali, le basi teoriche e l’epistemologia, i resoconti delle esperienze sul campo nonché gli spettacoli realizzati. “La Teatroterapia si pone l’obiettivo di sviluppare le potenzialità umane a partire dalla dimensione corporea: la rappresentazione della propria storia personale attraverso l’interpretazione di un personaggio è l’occasione per l’attore di intraprendere un percorso di coscienza di sé, di crescita e di guarigione” (Walter Orioli).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo