Uno Nessuno Centomila

Iniziato già nel 1909 e rimasto a lungo in gestazione, uscì solo nel dicembre 1925 sotto forma di romanzo a puntate nella rivista La Fiera Letteraria, e in volume nel 1926 (la rivista Sapientia, nel gennaio 1915, aveva pubblicato alcuni frammenti con il titolo Ricostruire, che sarebbero confluiti con alcune modifiche nei capitoli VI-XI del secondo libro della versione definitiva). Questo romanzo, l'ultimo di Pirandello, riesce a sintetizzare il pensiero dell'autore nel modo più completo. L'autore stesso, in una lettera autobiografica, lo definisce come il romanzo "più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita".

Il protagonista Vitangelo Moscarda, infatti, può essere considerato come uno dei personaggi più complessi del mondo pirandelliano, e sicuramente quello con maggior autoconsapevolezza. Dal punto di vista formale, stilistico, si può notare la forte inclinazione al monologo del soggetto, che molto spesso si rivolge al lettore ponendogli interrogativi e problemi in modo da coinvolgerlo direttamente nella vicenda, il cui significato è senza dubbio di portata universale. Il poeta, poi, descrive una sensazione di vuoto mentale attraverso il romanzo.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione

Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Luigi Pirandello

L'Esclusa (I Romanzi di Pirandello Vol. 1)

L'Esclusa (I Romanzi di Pirandello Vol. 1) di Luigi Pirandello

Marta Ajala, esclusa dalla società quando è innocente, viene riammessa quando è colpevole. Il marito Rocco Pentagora la caccia di casa perchè erroneamente la crede adultera. E intorno a Marta si fa terra bruciata. Ma la donna sa trovare in sè la forza del suo riscatto, vincendo una cattedra all'istituto magistrale. Quasi un destino ineluttabile, si trasferisce a Palermo: la grande città è unn ...

Tutto il Teatro Vol. IV

Tutto il Teatro Vol. IV di Luigi Pirandello

Le commedie di Pirandello, pubblicate col titolo di “maschere Nude”, comprendono una produzione che va dal 1892 fino alla morte. Si possono individuare quattro fasi nella produzione teatrale pirandelliana. 1.Fase veristica e naturalistica, nella quale si concentra sulla riproduzione della realtà siciliana. 2.Fase umoristica, dove emerge il relativismo, il capovolgimento dei valori, l’...

Suo Marito (I Romanzi di Pirandello Vol. 2)

Suo Marito (I Romanzi di Pirandello Vol. 2) di Luigi Pirandello

Giustino Boggiolo, un modesto impiegato fornito di una cultura altrettanto modesta, sposa la giovane scrittrice Silvia Roncella e, dopo che questa diventa celebre, rivela uno straordinario fiuto negli affari, prendendo tutte le iniziative di contratto con gli editori, i critici, i giornalisti, i traduttori e il pubblico, per reclamizzare e far fruttare la produzione letteraria della moglie. ...

I Romanzi

I Romanzi di Luigi Pirandello Antonio Tombolini Editore

Proponiamo in questa edizione i romanzi di Luigi Pirandello nell'ultima stesura voluta dall'autore. Alcuni inizialmente sono usciti a puntate su riviste e giornali, e tutti sono stati rivisti e rielaborati dall'autore almeno una volta. I testi, dunque, sono: ''L'esclusa'', ''Il turno'', ''Il fu Mattia Pascal'', ''Suo marito'', ''I vecchi e i giovani'', ''Quaderni di Serafino Gubbio operatore...

I vecchi e i giovani

I vecchi e i giovani di Luigi Pirandello Garzanti Classici

«Romanzo della Sicilia dopo il 1870, amarissimo e popoloso romanzo, ov’è racchiuso il dramma della mia generazione», come ebbe a dire lo stesso Pirandello, I vecchi e i giovani (1913) è un’autobiografia pubblica, l’impietosa denuncia del carattere illusorio degli ideali postrisorgimentali. Ambientato a Girgenti ma con un intermezzo romano, abbraccia gli anni dal 1892 al 1894: un periodo ...

I romanzi

I romanzi di Luigi Pirandello Garzanti Classici

L’esclusa - Il fu Mattia Pascal - I vecchi e i giovani - Quaderni di Serafino Gubbio - Uno, nessuno e centomila   Nel solco dei grandi maestri del Novecento – Proust, Joyce, Kafka, Musil, Svevo – Pirandello ha liberato il romanzo dalle secche del verismo, smontando il canone realista con tutti i suoi presupposti: il rapporto di causa ed effetto come motivazione e senso degli eventi, la ...