Il banchetto: Alla corte di Federico II di Svevia

Nell'anno del Signore 1250: quattro cavalieri, un menestrello ed un mercante percorrono L'Europa per portare a compimento una stessa missione.
I regni e le Città che attraversano mostrano un continente in piena trasformazione, tra il sorgere di cattedrali gotiche, lo sviluppo dei commerci dei mercanti, l'esaurirsi degli ideali crociati per far posto ad istanze laiche e mondane. E mentre, sullo sfondo, aleggia il mito dell'imperatore Svevo, verso il quale i nostri viaggiatori indirizzano le loro aspettative e i loro progetti, un brulichio umano si dispiega per le strade dell'Europa:mercanti e banchieri, chierici e inquisitori, trafficanti e ladri, prostitute e castellane, artigiani e architetti, poeti e pellegrini, usurai, nobili cavalieri, mercenari e avventurieri di ogni sorta.
Analogamente si moltiplicano i luoghi d'incontro e di scambio: grandi piazze cittadine, fieri e mercati porti, osterie, corti di Conti e di Duchi, abbazie e conventi, università e corporazioni... così che le storie, i racconti, gli aneddoti, le leggende e le cronache vere si diffondono e si ripetono lungo gli itinerari dei protagonisti.
In questo scenario si avvicendano personaggi veri e altri verosimili, restando tuttavia fedeli ad una rigorosa ambientazione storico-sociale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo