Lui è infinito

Roberto Musolino è un ragazzo difficile, uno di quelli che, pur non provenendo dal degrado sociale di un periferico quartiere popolare siciliano infestato di mafia, si ritrova immerso, fino al collo, nelle regole illogiche di una vita allo sbando. È la sera del 21 dicembre di un anno che non ricorda più quando, a bordo di una pantera che sfreccia tra le vie del centro della sua città, si appresta a varcare la porta d'uscita di una società alla quale non ha saputo adattarsi. Sarà lo stesso Roberto, ormai quarantacinquenne, a ripercorrere uno a uno i passi salienti della sua complicata esistenza, scavando in un passato torbido fatto d'argilla sotto la quale, tuttavia, scoprirà ancora quelle piccole pietre preziose che porta alla luce e dona al Lettore. Il carcere è un'esperienza drammatica: è una fine che spesso preclude la strada a ogni altro inizio; in pochi rarissimi casi, invece, è la gestazione di un tempo nuovo, diverso, che rinasce da sé.
È lì che Roberto diventa infinito.

Danilo Cristian Runfolo, nasce a Messina il 24 Marzo 1972. Completa gli studi di Tecnico Industriale per poi iscriversi alla facoltà di Economia e Commercio. Appassionato di informatica, fisica, matematica e psicologia; il suo primo romanzo autobiografico, dal titolo"REWIND" viene pubblicato dalla Montag Edizioni, collana Orizzonti, nel 2002. In seguito scriverà diversi racconti brevi. Nel 2017 pubblica, con la Casa Editrice ErosCultura il suo ultimo romanzo erotico dal titolo "IO SONO VALERIA - UNA PUTTANA". Si definisce un pasoliniano estremo che considera la solitudine intellettuale dell'uomo un dono, non la sua condanna , e si riconosce profondamente nel pensiero tormentato di Pier Paolo Pasolini, nella sua cupa visione della società e nella sua irreversibile deriva interiore che scaturisce da ogni forma di globalizzazione, sia essa etica, morale, politica o religiosa. Accanito lettore di Freud, Hesse, Baudelaire, Nietzsche, Kant, Socrate e degli ermetici Ungaretti, Montale e Quasimodo. Ama Chopin e lo straordinario astrattismo visionario di Vladimir Kush. Dice di sé: scrivere è un mero bisogno. È l'unico modo che ho per parlare a me stesso senza il bisogno, né il peso, di guardarmi allo specchio; ed è anche il modo migliore per dar voce ai personaggi peggiori, persino di me.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Danilo Cristian Runfolo

La pace dei nick (Odissea Romantica)

La pace dei nick (Odissea Romantica) di

Romance - romanzo (113 pagine) - Gli anni 2000 sono insidiosi. C’è un mostro, spietato e invadente, che si fa spazio tra le pieghe dei silenzi di colpa e inizia a scavare, proponendo rimedi, mostrando le cure. È il web, che corre veloce; che macina metri di coscienze sociali, che avvolge e ovatta, infine devasta. Il consumismo peggiore, perché uccide l’amore.Era nata sotto i migliori auspici, l...

Io sono Valeria, una puttana

Io sono Valeria, una puttana di

IN PROMOZIONE A 0,99€ FINO AL 14 SETTEMBRE La vocazione. Ecco cosa occorre per essere una vera prostituta, o puttana come, quasi con orgoglio, si definisce Valeria che fin da bambina scopre la sua vera natura e di questa farà una ragione di vita, una professione. Conoscerà il benessere, la gratitudine di molti uomini, conoscerà il piacere erotico e quello del comando sugli uomini. Conoscerà an...