Le primavere di Praga

Chi vive qui per più di due anni non riuscirà mai a venir via. Benvenuto nella comunità. E nella comunità, nessuno legge Ripellino, perché Praga è maledetta, non è magica.

Ludovica, già studiosa di letteratura e politica in pensione, torna nella capitale ceca dopo una quarantina d’anni da quando ci aveva abitato in gioventù, alla ricerca di un vecchio amico. I suoi ricordi, le sue impressioni e soprattutto le sue riflessioni fanno di questo romanzo (ambientato in un “non tempo”, ma in un luogo molto preciso) uno specchio analitico sulla nuova migrazione giovanile, oltre che una guida storica e aneddotica della città.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Riccardo Burgazzi

Storia del Michelasso che mangia, beve e va a spasso

Storia del Michelasso che mangia, beve e va a spasso di

Un prezioso manoscritto, un pastore distratto e un ingenuo studente. Questi gli elementi per intrecciare tre storie e due viaggi, dal Medioevo ai giorni nostri, dalla Lombardia al Medio Oriente. Il detto popolare "Bella la vita del Michelasso, che mangia, beve e va a spasso" è il pretesto per tessere le trame di un avvincente romanzo “filologico”, dove si mescolano comicità, fonti letterarie e ...