Un universo parallelo

Nel parco di una misteriosa villa a tre piani, edificata in un’area verde alla periferia di Boston, nel lontano Massachusetts, nel corso di una notte che si sta rivelando ricca di ambiguità, una banale luce da pochi watt, che fuoriesce da una delle stanze del primo piano di quella costruzione dall’aspetto un po’sinistro, diventa inaspettatamente protagonista.
Non dovrebbe esserci nessuno in quella casa, ma quella luce imprevista mina le certezze di un atletico ladro che ha meticolosamente preparato, proprio per quella notte, un furto di preziosi gioielli che se ne stanno ben protetti in una cassaforte, nascosta dietro un bizzarro e brutto quadro, appeso su una parete interna di quella villa.
La luce allarma e preoccupa molto quel furfante, ma non abbastanza da dissuaderlo dal portare a termine il suo illecito e ambizioso progetto. Infatti, il coraggioso malvivente decide di provarci lo stesso, si sente preparato per affrontare qualsiasi imprevisto, ma quello che trova all’interno di quello stabile poco invitante, non lo aveva proprio immaginato, nessuno avrebbe potuto farlo.
Quel mariuolo, il cui nome è Robert Caputo, viene coinvolto in una storia incredibile, non raccontabile in poche righe, che ha per protagonisti John Pittaluga, lo scienziato proprietario della villa ed Ester Pazzi, la sua bella e sfortunata compagna, vittima di una terribile esperienza.
Robert viene catapultato in una realtà che mai avrebbe immaginato potesse esistere, persino al di là del nostro mondo. Nel succedersi di strane coinvolgenti avventure, l’uomo ha l’opportunità di far emergere il lato migliore della sua persona.
Coloro che sono i suoi nemici iniziali, attraverso un ambiguo processo, in biblico tra fiducia e sospetto, diventano suoi alleati nella lotta contro nuovi terribili ed irriducibili nemici.
Ogni personaggio, negativo o positivo, entra in gioco al momento giusto, conferendo al racconto un intrigante intreccio di situazioni che, pur alimentando grande suspense, rendono fluida ed avvincente la lettura.
Il tema pseudo scientifico degli universi paralleli è affrontato in modo ‘soft’ e avvolto con un mix di fantascienza, avventura, thrilling, amore e paura, in un racconto fluente dal ritmo incalzante, condito con una caratteristica sottile ironia, che mira a catturare l’interesse del lettore, riuscendoci nella gran maggioranza dei casi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Adriano Poggio

Morte? No, grazie!

Morte? No, grazie! di

Lasciata alle spalle la bellissima città lacustre di Ginevra, determinata a raggiungere l’altrettanto bella città marittima di Genova, una donna sola al volante conduce la sua piccola, bianca e recalcitrante. utilitaria sulle flebili tracce del suo uomo, improvvisamente e misteriosamente sparito nel nulla. La persona scomparsa è uno scienziato italiano, tal Adriano Parodi, eclissatosi e diven...

La casa gialla: Scorciatoia impossibile

La casa gialla: Scorciatoia impossibile di

In uno scenario idilliaco su una verde collina circondata da boschi cedui, un indecifrabile mistero avvolge una casa dalle pareti gialle; nella sede di una azienda manifatturiera in un antico palazzo dall'architettura maestosa, in una vivace città, un rocambolesco furto fa entrare in scena una Smith & Wesson calibro 38, inaspettatamente presente nel bottino. Iniziano così due storie molto div...

Delitti a Nord-ovest: Una stella da sceriffo

Delitti a Nord-ovest: Una stella da sceriffo di

Tutto comincia con uno spaventoso temporale che colpisce la Riviera di Ponente. Nel buio di una notte tempestosa,.la paura che, non invitata, irrompe sulla scena fin dall'inizio, accompagna i personaggi della storia anche durante le nevicate che imbiancano le dolci colline del basso Piemonte o durante l'ibcombere dei banchi di nebbia che ne affliggono le valli. Nel Nord-Ovest d'Italia,un rigido...

Delitti griffati

Delitti griffati di

Da un sensuale connubio tra una maliziosa alba settembrina e un irriverente tetto in ardesia, copertura tipica della regione ligure, ove accadono i fatti narrati, viene faticosamente alla luce, figlio indesiderato, un tragico evento delittuoso, padre ,a sua volta, di una valanga di emozioni., per niente in sintonia con l'ambiente della serena regione ove si può assaporare il mare insieme alla m...