Costruire futuri: Migrazioni, città, immaginazioni

Compra su Amazon

Costruire futuri: Migrazioni, città, immaginazioni
Autore
Leonardo Caffo
Editore
Bompiani
Pubblicazione
28/02/2018
Valutazione
1
Categorie
Con un dialogo tra Stefano Boeri, Amos Gitai e Adrian Paci

Uno sguardo sulla contemporaneità e oltre. Due approcci: Leonardo Caffo, filosofo, e Azzurra Muzzonigro, architetto, riflettono sulla società del futuro da immaginare con progetti nel presente. Tre temi caldi ai quali la politica non offre risposte: le grandi migrazioni, la vivibilità nelle metropoli e il ruolo dell’immaginazione come motore di cambiamento. L’umanità del XXI secolo non può che prepararsi a una trasformazione biologica e culturale epocale: una nuova specie di Homo sapiens vivrà nell’epoca della carenza delle risorse, della sovrappopolazione e dello sgretolarsi degli stili di vita tradizionali. Uno scenario che suscita paura e chiusura ma che rappresenta anche un’occasione irripetibile per edificare una rivoluzione in ogni ambito della nostra esistenza.
Gli autori scelgono tre maestri, Stefano Boeri, Amos Gitai e Adrian Paci, come fonte di ispirazione per proporre un manifesto che non si concentra tanto sugli spettri che si aggirano nelle nostre vite quanto su proposte concrete per creare un’intelligenza collettiva e un coinvolgimento plurale nella società del domani.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

Costruire futuriMangialibri

Il tempo delle azioni e dei pensieri divisi per scomparti e per settori è terminato: il contemporaneo (e gli “studi sul futuro” in cui questo saggio si inserisce) richiedono una collaborazione, una fusione tra diversi campi del sapere che non sono più descrivibili con una parola molto abusata negli ultimi anni quale quella dell’ interdisciplinarietà. Il libro che abbiamo tra Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Leonardo Caffo

Fragile umanità (Vele Vol. 131)

Fragile umanità (Vele Vol. 131) 1 di

L'antropocentrismo è costruito sulla presunta superiorità dell'umano sulle altre forme di vita, oltre che su quella di certi umani rispetto ad altri: ma che succede quando scopriamo di essere della stessa sostanza di tutti gli esseri viventi del pianeta? Quando le proprietà che pensavamo ci rendessero speciali, come la vita mentale o la capacità di soffrire, si manifestano anche in ciò che defi...

Il surrealismo in filosofia: verso un'inutile poesia?

Il surrealismo in filosofia: verso un'inutile poesia? di

“Silenzio... rumore: e la filosofia cerca l’origine. La trova? Si perde. Dinnanzi alla ragione tutto appare ordinato, ma poi crolla. Comincia la poesia: e più che la realtà ci sembra quasi un surrealismo. La più importante considerazione surrealista della filosofia è il totale assoggettamento alla dimensione immaginifica. Ogni tipo di verità, tale in quanto tangibile, è trascesa a vantaggio del...