Poesie SottoSopra

Così quasi per caso mi nascono delle voluttuose, inesistenti, se pur opportune non saprei dirne, metafore che stanno a frapporsi fra il cammino dell'uomo e la sua capacità d'analisi, quanto mai lucida fino all'estremo.
Si configura così la necessità del chiarissimo relatore opportuna in quanto tale di relazionarsi agli altri, misurarsi a singolar tenzone con ognuno che ne presentasse ragione storica, letteraria, esistenziale, così miseramente raffigurata da queste nostre paure del buio, del vuoto, del qualcosa che non c'è, che manca eppure così presente in noi: solitudine.
Nelle poesie così superbamente raffigurate da Mikael Compo, mi accorgo che un po' per gioco, un po' per aforismi dialettici, un po' per utopie sintattiche, nasce cresce, si dispone e muore in noi questo eterno conflitto caratterizzante: il c'è o non c'è, il bianco o il nero, il vero o l'apparente...

Tutte le Poesie (dal 2004 al 2013).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Mikael Compo

Poesie SottoChiave

Poesie SottoChiave di Mikael Compo ZeroPoesie

Una raccolta di pensieri sparsi, recuperati e intrappolati per cercare una estetica sequenza, per poi formarsi nella chiusura in cui sono stati forzati. Un insieme di esperienze e sensazioni costrette sottochiave. A noi curiosi e maliziosi lettori ci viene data l’occasione di scoperchiare il vaso e liberarne il contenuto, nel bene e nel male. Una volta ceduto alla tentazione possiamo solo ...