555 - Il convento del terrore

Compra su Amazon

555 - Il convento del terrore
Autore
Isac Randazzo
Pubblicazione
6 giugno 2014
Categorie
Ispirato a una storia vera.



Una vita di prigionia, cominciata durante la Seconda Guerra Mondiale.

Dopo sei mesi di schiavitù in un convento nazista, a Tuam (Irlanda del Nord), la protagonista viene rinchiusa in un manicomio.

Soltanto nel 2014, un giornalista scopre l'esistenza di fosse comuni all'interno dell'istituto.

Intanto, a distanza di settant'anni, i fantasmi del passato tornano a cercare la donna, mentre nell'opinione pubblica circola la voce che Hitler sia ancora vivo. Si sospetta che abbia stipulato un patto col diavolo, nell'attesa della Terza Guerra Mondiale.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Isac Randazzo

Un avvocato sognatore

Un avvocato sognatore di

"Un avvocato sognatore" è un particolare romanzo autobiografico: un connubio fra alcune esperienze realmente vissute dall'autore e altre, invece, frutto della propria fantasia. L'opera evidenzia la linea di confine fra gli idealismi di un ragazzo sognatore e le difficoltà reali che, una persona matura, deve affrontare a occhi aperti. «Caro fratello, ti scrivo da Messina: la tua città...

Fantasmi di Satana

Fantasmi di Satana di

"Fantasmi di Satana" costituisce una saga, composta da due episodi: "Una ragazza paranormale" e "Il diavolo della porta accanto". Un giovane scrittore, appassionato di vicende paranormali, scopre di essere il protagonista di una storia che sta terrificando la propria città: la sua casa sarà, ben presto, infestata da fantasmi e spiriti demoniaci. Gli episodi oscuri non sono mai casuali. Il...

Antologia del male: l'orrore non è mai stato così vicino

Antologia del male: l'orrore non è mai stato così vicino di

Tra realtà, fantasia e orrore: i quattro racconti, inseriti nell'antologia del male, vi mostreranno come il diavolo e i fantasmi possano nascondersi dietro di noi, in ogni istante, persona e luogo.

Ho adottato un fantasma

Ho adottato un fantasma di

Quando io e Marianna trovammo quel bimbo, nella periferia milanese, non potemmo lasciarlo solo. E nulla poteva farci credere che, quel giorno, il male si sarebbe impossessato delle nostre vite. S'inaugurò, così, un anno che costituì per noi e il nostro gruppo di sciagurati amici una pesante condanna: la persecuzione eterna dei fantasmi.