Il ritratto di Dorian Gray

Il romanzo è ambientato nella Londra vittoriana del XIX secolo, che all'epoca era pervasa da una mentalità tipicamente borghese. Narra di un giovane di bell'aspetto, Dorian Gray, che arriverà a fare della sua bellezza un rito insano. Egli inizia a rendersi conto del privilegio del suo fascino quando Basil Hallward, un pittore suo amico, gli regala un ritratto da lui dipinto, che lo riproduce nel pieno della gioventù.

Lord Henry Wotton avrà un ruolo decisivo nella vita di Dorian, che conosce proprio presso lo studio di Hallward: Wotton, con i suoi discorsi estremamente articolati, cattura l'attenzione del ragazzo, rendendolo, a poco a poco, quasi l'incarnazione del suo modo di pensare. Dorian, dopo un lungo discorso con Wotton, comincia a guardare la giovinezza come qualcosa di veramente importante, tanto da provare invidia verso il suo stesso ritratto, che sarà eternamente bello e giovane mentre lui invecchierà. Colpito dal panico, Dorian arriva a stipulare una sorta di "patto col demonio", grazie al quale rimarrà eternamente giovane e bello, mentre il quadro mostrerà i segni della decadenza fisica e della corruzione morale del personaggio.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione

Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Oscar Wilde

Vera o i nichilisti

Vera o i nichilisti di Oscar Wilde Feltrinelli Editore

“Ho sentito parlare di Libertà una sera in un caffè. Mi sono unito a loro” Vera o i nichilisti è il primissimo scritto di Oscar Wilde per il teatro. L’eroina principale, Vera, unitasi ai nichilisti, ha in animo di sovvertire l’ordine monarchico russo dopo aver assistito alla deportazione in Siberia del fratello che apparteneva al gruppo di sabotatori rivoluzionari. La sua ambizione è tra le più...

IL PRINCIPE FELICE ED ALTRE STORIE: Traduzione Massimo Venditti

IL PRINCIPE FELICE ED ALTRE STORIE: Traduzione Massimo Venditti di Oscar Wilde

Traduzione italiana delle fiabe di Oscar Wilde realizzata da Massimo Venditti.

De Profundis: Scritti dal carcere

De Profundis: Scritti dal carcere di Oscar Wilde Tiemme Edizioni Digitali

Il De Profundis , composto dai brani più significativi di una lunga lettera scritta da Oscar Wilde mentre era in prigione e indirizzata a un amico, è il poema di dolore di un’anima macerata dal carcere, dove Wilde trascorse due anni (1895-1897) a causa di una condanna per “perversione sessuale”.

Il ritratto di Dorian Gray

Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde

“Vivere è la cosa più rara del mondo: la maggior parte della gente esiste, questo è tutto” In un momento di vanità, Dorian Gray desidera con tutta l'anima di non invecchiare, ma cosa succederebbe se il suo ritratto, un riflesso della sua bellezza e della sua giovinezza, subisse le ingiurie del tempo, mentre lui conserva intatta la sua giovinezza?

La casa dei melograni

La casa dei melograni di Oscar Wilde

Il giovane re, la sera che precedeva il giorno stabilito per la sua incoronazione, era seduto, solo, nella sua sfarzosissima camera. I cortigiani si erano dinanzi congedati da lui, con profondi inchini, secondo il cerimoniale, e si erano raccolti nella grande sala della Reggia, per ricevere dal cerimoniere le ultime istruzioni, però che qualcuno ancora serbava atteggiamenti troppo naturali, la ...

De Profundis

De Profundis di Oscar Wilde

Ah! Non avevi scopi nella tua vita, tu, avevi solo appetiti. Uno scopo è un fine intellettuale.