#lamoreaccade

Lidia, a cinquant’anni, non ha un marito, non ha figli, non ha cani, non ha parenti, non ha un diploma, non ha una vita sessuale, non si commuove e non dà segni di commozione. Mangia solo biscotti nel latte e non ha altri amori se non un uomo sconosciuto che vive, come lei, alla finestra, dall’altra parte della strada...
Lidia scrive poesie bruttissime di cui si vanta molto, e premedita già dall’adolescenza l’omicidio virtuale di suo padre, un ottuso maestro elementare, già gravato dalla disgrazia d’una moglie molto pigra, che però muore di morte naturale. Si sa, le migliori aspirazioni restano solo tali e così a Lidia, quando i genitori muoiono, sfugge l’unico magnifico progetto di tutta la sua vita: l’assassinio! L’incontro con Facebook, le sue applicazioni, le sue chat, i suoi hashtag, dà l’avvio alla sua vera nascita, quella nel mondo virtuale, in cui Lidia diventa subito una stella... insomma, non proprio lei...
Dopo infinite peripezie, con vicende e personaggi tra follia, magia, nostalgia e caso, anche per Lidia l’amore accade, e non nel mondo virtuale, ma nel mondo reale. Il tenero Paolino, mezzo cieco, basso, grasso, maestro elementare precario, ex collega del padre, è l’opposto del suo tipo ideale – un tenebroso alla Heathcliff – ma ci si arrende quando #lamoreaccade.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo