Ogni strada ha il suo pericolo


Spesso si cammina spensierati per un viale, una via o un sentiero ma a nostra insaputa queste strade celano sempre qualcosa di sinistro che noi ignoriamo e va quasi sempre bene.
Questo è il sunto del titolo che ha anche un altro senso, più centrato per la lettura.
La lettura si divide in sette parti ognuna con un sotto titolo che evidenzia il momento di guida lungo la strada. Troviamo "il foglio rosa e patente" per iniziare ed è il primo racconto autobiografico. Si passa poi alle poesie che sono divise in tre parti ovvero " lavori in corso" per la silloge più incerta, "doppio senso" in cui sono presenti poesie con titoli equivoci e con significati a più sensi ed infine "senso unico" che è il modo in cui ho scritto le poesie più mature, quelle del presente.
Passata questa parte di strada compare una storia hippi identificata con il sottotitolo " al improvviso un incidente" alla fine della quale iniziano dieci storielle che spezzano il racconto hippi dalla parte finale e le ho chiamate "strettoie". L'ultimo scritto avvicina la fine della lettura e in un insieme di poesie evolutive il libro finisce con "la strada è sgombra".

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo